Prima squadra

Mercato - Tutti i nomi del possibile nuovo Pescara

Non sarà rivoluzione totale, ma quasi...

20.06.2022 08:16

Il Pescara che si presenterà ai nastri di partenza della stagione 2022-23 sarà assai diverso da quello che ha chiuso in modo deludente l'ultima annata agonistica. Forse non si può parlare di una rivoluzione totale, ma saranno tanti i volti nuovi che andranno a formare il 4-3-1-2 di base di mister Colombo. 

Un ruolo centrale lo avrà Luca Clemenza, che tornerà alla posizione naturale di trequartista e che è ritenuto un top player per la categoria. A lui sarà affiancato un giovane, che può però giocare anche come seconda punta: fari puntati su Lorenzo Peschetola da Cupello, di proprietà Inter ma svezzato calcisticamente dal Delfino prima di traslocare sulla sponda nerazzurra di Milano. L'affare si può fare in prestito con premio di valorizzazione, come fu un anno fa per Pompetti (che andrà al SudTirol).L'alternativa è il viola Vittorio Agostinelli (2002, 30 presenze e 6 gol in stagione con la Fiorentina Primavera). Restando al reparto offensivo, si vorrebbe tenere Rauti ma la Spal è già avanti con il Torino, club proprietario del cartellino, per averlo in prestito e qualche chance di permanenza c'è per D'Ursi. L'esterno del Napoli piace all'Avellino, ma in Irpinia dovrebbe finire, sempre via club di De Laurentiis, Franco Ferrari: El Loco vorrebbe avere la possibilità di giocare in B, ma eccetto un sondaggio del Bari le proposte latitano. Ed in C preferirebbe restare a Pescara, ma tutto tace. L'Avellino ha invece già una base di accordo col Napoli (prestito con obbligo di riscatto in caso di promozione che diventa semplice diritto in caso di permanenza in C) ed attende una risposta dal giocatore: entro 10 giorni l'avrà. Samuele Spalluto (Fiorentina, ultima stagione a Gubbio in prestito), Facundo Lescano (Entella) e Alex Rolfini (Ancona) piacciono, ma la concorrenza è nutrita e qualificata. Borrelli, valorizzato da Colombo a Monopoli, vorrebbe salire di categoria ma con un allenatore che lo stima in panchina non è da escludere una sua permanenza in riva all'Adriatico. Come complemento del reparto offensivo può arrivare Joel Voelkering Paterson, svedese classe 2003 della Roma Primavera, oppure Louis Munteanu della Fiorentina, nato nel 2002 in Romania ed assistito da Pietro Chiodi. Su Bocic c'è lo spiccato interesse del Gubbio di Braglia (ufficiale l'avvicendamento con Torrente), ma ci è stato confermato da fonti dirette che sull'ala ci sono anche altre squadre. 

In mediana ci saranno le maggiori novità. Serve un metodista in grado di dare geometrie ed interdizione ed è stato individuato in Francesco Vassallo (29 anni il 30 dicembre) del Monopoli. Solo sondati Redrezza (Reggiana) e Giorno (Triestina), il preferito è il biancoverde che potrebbe essere davvero il primo innesto del nuovo Pescara. Da Monopoli possono seguire Colombo a Pescara anche il difensore Matteo Arena (classe 1999, che ha un contratto in essere fino al 2025 e piace in B) e il jolly mancino Abdul Guiebre (classe 1997, nato in Burkina Faso e legato ai pugliesi fino al 2024). Su Diambo c'è la Ternana (che punta anche l'ex biancazzurro Luca Valzania) e l'affare si può fare. Interessa il classe 2002 Carmine Cretella, ultimo anno alla Paganese, che ha vari interessamenti in serie C. 

 In difesa resteranno Illanes e Ingrosso e andranno valutati i terzini Cancellotti, Nzita e Frascatore. Non tutti resteranno ed il principale indiziato a partire è il belga di origini congolesi, che piace a Beerschot, Virton e Lommel. Si vorrebbe dare al nuovo tecnico due interpreti giovani sui quali lavorare: Tommaso Barbieri della Juventus Primavera e Lorenzo Milani del Pontedera. Se uno dei due dovesse saltare, ecco che ci si muoverebbe in modo deciso sulle alternative: Mattia Zanotti (2003 della Primavera dell'Inter) e Daniel Tonoli (2002, cresciuto anche lui in nerazzurro e reduce da una stagione con la Virtus Bergamo), seguito anche da AlbinoLeffe e Pro Vercelli. Piace Andrea Giorgini, centrale 2002 che può arrivare dal Latina. 

Infine ieri Il Centro ha lanciato due nomi nuovi, ma al momento poco fattibili per diversi motivi: il terzino destro Bergonzi (FeralpiSalò) e Alexis Ferrante (ultima stagione al Foggia).

PER APPROFONDIRE CON ALTRO MERCATO CLICCA QUI

Commenti

Grandi vittorie e una retrocessione amara: il Pescara 1992-93
L’ex Gaetano Auteri può ripartire subito: ecco dove