Prima squadra

Questione ds: quale futuro?

Matteassi o chi per lui nel nuovo Pescara?

24.05.2022 00:01

A CURA DI MATTEO SBORGIA - Il tempo passa, ma la tanto auspicata svolta societaria da parte del presidente Sebastiani non c’è ancora stata. E allora l’unico dato certo è che il numero uno del club (passaggi di quote dell’ultimo minuto che al momento non sono pronosticabili) iscriverà la squadra al prossimo campionato di Lega Pro. Per il resto solo tanti, troppi punti interrogativi che per ora non trovano risposta. Le posizioni di Luca Matteassi e Luciano Zauri sono in standby. Con il ds, secondo quanto appurato dalla nostra redazione, non ci sarebbe una deadline ben precisa per una decisione probabilmente perché Sebastiani è concentrato ora sulla questione riguardante la cessione del club. L’ex direttore sportivo del Modena attende lumi in merito, dando comunque la sua priorità alla società adriatica. Con Triestina e Novara almeno ad oggi non pare esserci nulla per svariati motivi. Ma andiamo con ordine. Dopo la morte lunedì scorso del proprietario Biasin, gli alabardati sono in una fase di stallo. Milanese è in Australia non solo per partecipare alla esequie del cugino defunto ma anche per cercare di capire se ci sarà futuro per il club. Il Novara pare aver scelto Zebi: l’ex Cesena ha altissime possibilità di essere nominato a stretto giro nuovo direttore sportivo dei piemontesi per scelta diretta del patron Massimo Ferranti. Il profilo di Mattassi sarebbe semplicemente stato valutato e nulla più. 

Matteassi con Sebastiani al timon  e potrebbe quindi restare a Pescara, come detto. Ma nei giorni scorsi sono uscite anche altre ipotesi: Pavone bis e Zeman tris in biancazzurro? Prima del fine settimana (giovedì o venerdì, dato che oggi sarà a Macerata a ritirare un premio) dovrebbe essere l'occasione  giusta per l’incontro tra Zeman e Canonico a Foggia. Con ogni probabilità sarà addio? Non è detto (Caneo potrebbe essere il successore del boemo sulla panchina rossonera,  in caso di separazione). Secondo quanto appreso da PS24, imprenditori interessati a entrare nel Foggia avrebbero messo come condizione la presenza del boemo in panca. E quindi il Pescara? Secondo da quanto da noi appurato mediante persone vicine ai due artefici ‘ Foggia dei Miracoli’, i rapporti tra il duo Zeman-Pavone e Sebastiani sarebbero tornati buoni e lo stesso maggiore azionista dannunziano ha dichiarato a Rete8 che il ‘Maestro di Praga’ è uno dei candidati per la panchina del Pescara della prossima stagione. Che non sia arrivato nuovamente il momento del Pavone bis e dello Zeman tris in biancazzurro? Ad oggi nessuno è in grado di dare una risposta certa a riguardo. Presto tutti sapremo. Almeno così si spera. Ma attenzione per la panchina pescarese a Cudini. Sondaggi già partiti e profilo ritenuto idoneo per lavorare coi giovani

 

 

 

 

 

 

 

 


 

Commenti

Grandi vittorie e una retrocessione amara: il Pescara 1992-93
Le ultime dichiarazioni di Sebastiani, tra cessione societaria e futuro