Prima squadra

Pescara vs Teramo: prima la Coppa, tra 9 giorni il campionato

Ieri primo match ufficiale tra i due team a distanza di tantissimi anni

04.11.2021 09:04

Quello di ieri sera è stato il primo derby ufficiale tra squadre abruzzesi a livello professionistico dopo lo scoppio della pandemia se si eccettua Pescara-Notaresco di Coppa Italia “maggiore” dello scorso anno. E la cornice di pubblico, pur con le restrizioni ancora vigenti (capienza del Bonolis ridotta a 3.723 unità, ingresso mediante green pass), è stata degna di una gara importante, nonostante il meteo non troppo favorevole e l'orario serale di un giorno infrasettimanale, grazie ai supporters biancazzurri, presenti erano 341. Certamente un buon numero a testimonianza di quanto sia mancato nell'ultimo anno e mezzo seguire la propria squadra del cuore dal vivo anche in trasferta. «Finalmente si può tornare con continuità allo stadio, anche fuori casa. E c'è entusiasmo per questo a prescindere dai risultati della squadra», le parole di William Gelsumino, presidente del club “Quelli del Delfino”. «C'è tanta voglia di vivere la partita con gli amici allo stadio e ce ne siamo accorti dalla prima trasferta organizzata, quella di Gubbio, davvero emozionante. Ma sin dalla stesura dei calendari siamo stati contattati da decine e decine di tifosi che già chiedevano le informazioni per le trasferte, dando la disponibilità a partecipare a prescindere dalla data nella quale si sarebbe disputata la partita in questione, che fosse quella di Ancona o di cesena, di Teramo o Gubbio e via dicendo. Non potevamo ovviamente mancare a Teramo, la vicinanza ha inoltre favorito la possibilità di essere presenti in tanti per una sfida tutta abruzzese che negli ultimi anni si è spesso disputata come amichevole estiva e che invece adesso metteva in palio il passaggio del turno in Coppa, con quello che la formula particolare della competizione implica. Il nostro gruppo ha infatti avuto parecchie richieste dai nostri tesserati per essere presenti al Bonolis e ancora di più ne stiamo ricevendo per la partita di campionato di lunedì a Cesena, da sempre molto sentita per mille motivi. E stiamo lavorando per ampliare il numero dei posti a nostra disposizione, grazie al lavoro di Morena, Luca, Gianni e gli altri soci che sono fondamentali.». 

Dopo la gara in Emilia Romagna ci sarà un nuovo faccia a faccia tra Teramo e Pescara, stavolta valevole per il campionato, che si giocherà all'Adriatico sabato 13 ed è facilmente presumibile che anche il popolo biancorosso seguirà in massa i ragazzi di Guidi per una sfida che in campionato manca dalla stagione 2002-03. Nel Teramo di allora giocava Simone Pepe (11 gol in 31 presenze), che muoveva i primi passi di una carriera che, dopo gli scudetti con la Juve e le 28 presenze in Nazionale (comprese le 3 al Mondiale 2010 in Sudafricano), chiuse in maglia Pescara nel 2016-17, ultima apparizione in A del Delfino, con 12 presenze. Tra i tantissimi doppi ex (da Pagano a Rumignani, passando a Vitturini e altri), il più importante è probabilmente Gianluca Lapadula, che ieri via web avrà certamente seguito la sfida tra le due squadre alle quali ha indissolubilmente legato i momenti più importanti della sua carriera. L'altro precedente di Coppa Italia di C tra Teramo e Pescara è datato 5 settembre 2007, ma si giocò all'Adriatico e la formula era quella a gironi. Finì 1-1, con reti di Fortunato e Marolda. 

 

Commenti

Pescara 1992-93, vi ricordate tutti i giocatori?
Il Diavolo elimina il Delfino: Teramo-Pescara 1-0