Prima squadra

Vittoria fondamentale! Pescara-Cesena 1-0

La Partitissima è andata così...

15.03.2022 20:44

A CURA DI RICCARDO CAMPLONE - 


Allo stadio Adriatico un bellissimo Pescara vince lo scontro-diretto per il terzo posto contro il Cesena per 1-0 e si avvicina in classifica a -2, assieme alla Virtus Entella vittoriosa ad Ancona, proprio dai romagnoli. Per i biancazzurri ha deciso il match l’ex Mirko Drudi con un Cesena mai operoso dalle parti di Sorrentino.
LA PARTITA: Auteri cambia lo scacchiere: nel 4-2-3-1 c’è Frascatore dopo l’ottima prestazione di Olbia; in cabina di regia al fianco di De Risio torna Pompetti con Clemenza, Pontossio e D’Ursi alle spalle di Ferrari. 
Il Cesena di Viali si schiera con il 4-3-2-1 con Caturano e Pierini alle spalle della punta Bortussi. Per i biancazzurri divisa speciale per il 10° anniversario con la partnership con Erreà Sport. Arbitra Fiero della sezione di Pistoia. 
Al 10’ Caturano segna il gol dell’1-0 con un colpo di testa ma l’arbitro annulla la rete romagnola a causa di un fallo in attacco, il Delfino si sala. Sul versante opposto Clemenza calcia con il piede debole ma trova una deviazione in corner. Al 13’ Zappella calcia centralmente verso la porta, Nardi blocca facilmente. Tre minuti dopo Clemenza viene messo giù dal limite dell’area, calcio franco a favore del Pescara: alla battuta va Pompetti che carica il sinistro verso l’incrocio del primo palo, pallone sul fondo. 
Al 20’ ci prova Caturano dalla distanza, pallone alle stelle verso la Curva Nord. Al 23’ Clemenza serve dal limite dell’area Ferrari, si gira liberandosi della marcatura ma calcia in alto. al 28’ il Pescara passa in vantaggio: sugli sviluppi di un corner lancio di Clemenza in area, flipper nell’area piccola dove Drudi deposita in rete: 1-0. Secondo gol in campionato per il difensore, ex Cesena. Al 31’ D’Ursi fa partire un tiro a giro dal limite dell’area, pallone sopra la porta difesa da Nardi. Al 34’ Sorrentino sbaglia il rinvio, pallone sui piedi di Sfeffè che calcia in porta, sfera deviata in angolo. Al 41’ appoggio di Ferrari per D’Ursi che calcia dal limite con il corpo sbilanciato, pallone alto. due minuti dopo D’Ursi entra in area e va direttamente in porta, Ferrari sotto porta non ci arriva. Al 44’ azione dalla sinistra con Clemenza che calcia verso il secondo palo, Nardi si distende e para. Un minuto dopo Ferrari subisce fallo da Ciofi, D’Ursi entra in area e fa partire un tiro in rete ma l’azione viene fermata dall’arbitro concedendo un calcio di punizione per i biancazzurri: batte corto Pontisso a cercare da fuori area Pompetti che calcia a giro verso il secondo palo, pallone alto sopra la porta con il primo tempo che finisce sull’1-0 con il netto dominio dei biancazzurri su tutti i fronti.
la ripresa si apre con un’occasione per il Pescara: Ferrari riesce a servire dalla sinistra D’Ursi che calcia all’golo basso del secondo palo, Nardi para. Poco recupero di Pompetti che serve sulla destra Clemenza, calcia in porta con Nardi che interviene e mette in corner. Al 54’ D’Ursi apre sulla destra per Clemenza, calcia sul primo palo ma Nardi allontana, non è finita perché Ferrari aggancia ancora per Clemenza, apre sulla sinistra per D’Ursi che calcia al volo, pallone sul fondo. Primi due cambi per Viali: dentro Brambilla e Tonin per Ilari e Caturano.
Al 59’ il Delfino va vicino al 2-0: cross di Zappella in area di rigore prima per Ferrari che impatta male, poi D’Ursi che rimette in mezzo per De Risio che non insacca in porta. Al 62’ arriva il colpo di testa di Pierini, Sorrentino para senza difficoltà. Al 67’ sugli sviluppi di un calcio d’angolo Frascatore calcia con il sinistro nell’area piccola, Nardi salva porta e risultato. Al 70’ conclusione di Ferrari, deviazione di Cioffi con il pallone che finisce tra le mani di Nardi. 
Primi cambi anche per Auteri: dentro Rauti e Nzita al posto di Pontisso e D’Ursi, usciti tra gli applausi del pubblico dell’Adriatico. Al 75’ Rauti si accentra e dai 25 metri fa partire un tiro, pallone in curva.  Al 76’ Nzita viene ammonito per un fallo commesso su Pittarello, calcio di punizione a favore del Cesena. Batte Favale direttamente in porta verso l’incrocio del secondo palo, Sorrentino si distende e allontana la sfera. 
All’81’ altri cambio per il Delfino: fuori Ferrari e Clemenza per Cernigoi e Memushaj. Tre minuti dopo imbucata di Berti, entrato in corso d’opera al posto di Steffè, per Frieser in area di rigore ma Sorrentino esce e blocca il pallone. Al 92’ cross deviato di Cioffi in area di rigore per Pittarello che ci prova in rovesciata, Sorrentino blocca. Dopo 5 minuti di recupero l’arbitro fischia tre volte: il Pescara batte nettamente il Cesena 1-0 e vince il primo scontro-diretto della stagione.
TABELLINO
PESCARA-CESENA 1-0
MARCATORI: 28’ Drudi (P)
PESCARA (4-2-3-1): Sorrentino; Ingrosso, Drudi, Frascatore (85’Ierardi), Zappella; Pompetti, De Risio; Clemenza (81’ Memushaj), Pontisso (73’ Nzita), D’Ursi (73’ Rauti); Ferrari; (81’ Cernigoi); All. Auteri
CESENA (4-3-2-1) Nardi; Candela, Ciofi, Gonnelli, Favale; Ardizzone (80’Frieser), Steffè (71’Berti), Ilari (55’Brambilla); Caturano (55’Tornin), Pierini (71’Pittarello); Bortolussi; All. William Viali
AMMONITI: Nzita (P)
ESPULSI: /
ARBITRO: Fiero della sezione di Pistoia

Commenti

Abruzzo & Giro d’Italia, una lunga storia d’amore tutta rosa: Merckx, Pantani, Bernal e poi...
Matteassi: "Bellissimo calcio, per 75' minuti prestazione devastante"