Prima squadra

In meno di un mese il Pescara si gioca praticamente tutto

Subito la Spal, poi altre 4 partite da non fallire per sperare e lottare ancora

04.03.2021 13:40

12 partite a fine regular season, 36 punti in palio e 2 mesi per conoscere tutti i verdetti. Ma è in meno di 30 giorni che il Delfino si gioca tutto. Da qui al 1 aprile, infatti, si capirà probabilmente in modo definitivo se il Pescara potrà sperare e lottare fino alla fine per la permanenza in cadetteria, vitale per i conti e anche per il settore giovanile. 

5 gare in un mese e 15 punti in palio, con un occhio inevitabilmente puntato sugli altri campi per capire cosa fanno le contendenti all'obiettivo perchè il Delfino non è esclusivamente artefice del suo destino: è questa la premessa. Dopo la vittoria con il Cittadella e i 5 punti in 3 gare conquistati nella terza gestione tecnica stagionale, quella Grassadonia, c'è più fiducia e consapevolezza ma servono conferme. Immediate e importanti. 

Il ciclo decisivo inizierà con l’impegno casalingo contro la Spal (sabato ore 14), una settimana la sfida al Pordenone a Lignano Sabbiadoro (sabato 13 marzo, ore 14), mentre martedì 16 marzo (ore 21) ci sarà il delicato scontro salvezza con l’Ascoli all’Adriatico-Cornacchia. Ma non finisce qui, perchè sabato 20 marzoci sarà la trasferta al Menti di Vicenza, prima della sosta del torneo cadetto, e dopo - giovedì 1 aprile - con il sorprendente Pisa di Luca D’Angelo all'Adriatico-Cornacchia. L'obiettivo immediato è agganciare il Cosenza, quartultimo, che occupa l’ultimo posto per i playout. 

Ma quanti punti serviranno per mettersi al riparo ai pericoli o giocarsi tutto, come lo scorso anno, agli spareggi? Gli ultimi tornei dicono che per sperare nei playout il Pescara dovrà collezionare almeno 19 punti, per raggiungere la salvezza diretta ne occorrerebbero circa 25. 25 sui 36 a disposizione, ovvero una media da promozione diretta. O quasi.  La media punti a partita di Grassadonia in 3 gare è di 1,66, servirà alzarla perchè la proiezione su 12 gare è di 19,92, forse utile per gli spareggi ma di certo no per la salvezza senza patemi

Commenti

Bomber all time di B: ci sono 12 ex biancazzurri
Sebastiani: "Credo alla salvezza, ora guai a mollare"