Prima squadra

Calciomercato biancazzurro: il punto in entrata e in uscita

Tutti i nomi in ballo. Il 3 gennaio apre ufficialmente la sessione invernale di trattative

31.12.2021 00:01

A CURA DI MATTEO SBORGIA - Ad ogni azione corrisponde una reazione, ad ogni uscita corrisponderà un’entrata. Seguirà questa imprinting il mercato biancazzurro come già ampiamente detto. 

In difesa, appare certa la partenza di Frascatore. Il terzino romano piace al Teramo anche se la trattativa con i biancorossi ha subito una frenata. si ragionava su uno scambio con Piacentini o Mungo, non ancora tramontata come ipotesi. L’ex Ternana starebbe guardandosi intorno prima di dare il suo assenso. Balzano che scalpita potrebbe prendere il suo posto. Il futuro di Nzita è lontano dall’Abruzzo e dopo aver rifiutato la corte del Latina, per lui sembra prevalere l’opzione estera ma ci vorrà il giusto tempo. Niente da fare anche per la Pistoiese, che pure ci aveva fatto un pensierino. palermo alla finestra, come per Nzita: Il Giornale di Sicilia conferma. Se parte deve arrivare un terzino sinistro (Pinto in uscita dal Catania sembrerebbe perdere quota). Attenzione a Ciro Panico del Cosenza, il terzino è rappresentato da Vincenzo Pisacane (come Aloi) che con il Delfino ha ottimi rapporti. Il nome di Luca Piana viene accostato di sovente al team di Auteri. Il centrale ex Pontedera, però, come già scritto ha un biennale in essere con il Potenza e non intende spostarsi, a meno che non gli sia prospettata una soluzione migliore dal punto di vista economico e contrattuale. Alessio Rasi resterà: nelle scorse settimane c’è stato nei suoi riguardi un sondaggio senza esito del Latina. Per la mediana biancazzurra il preferito di Auteri è fin da questa estate Carlo De Risio che arriverà dal Bari con la formula prestito secco. Ufficialità nei prossimi giorni, parti a lavoro per smussare i dettagli ma filtra ottimismo anche se non c’è ancora la fumata bianca perché manca l’accordo totale. Maldonado del Catania è un nome in lizza, tuttavia tutto dipenderà da un’uscita a metà campo dove prima deve partire Rizzo. Comunque, la drammatica situazione degli etnei potrebbe favorire l’operazione: il play dell’Ecuador ha altri 6 mesi di contratto e difficilmente resterà in Sicilia. Contatti tra il management dannunziano e chi lo rappresenta non paiono esserci stati, almeno secondo quanto ci risulta. Battistella interessa ma il suo agente, da noi sentito, nega contatti con il Pescara aggiungendo che il proprio assistito resterà alla Carrarese fino a giugno per poi fare ritorno all’Udinese che ne detiene la proprietà del cartellino. Da ciò che sappiamo la trattativa è saltata. Aloi con l’Avellino non rinnoverà e piace sempre, tuttavia per liberarsene gli irpini devono prima trovare un sostituto (Daniele Franco della Turris può essere un’idea). Il capitano dei biancoverdi dal 2 gennaio in poi dovrebbe incontrare la dirigenza per capire il da farsi: una sua permanenza non è da scartare visto che Braglia conta sul numero 4 ex Trapani ma appare complicata senza prolungamento. La società adriatica segue con interesse l’evolversi della questione. Fonti dirette da Chiavari smentiscono uno scambio con l’Avellino che coinvolgerebbe oltre al mediano anche Morosini, anche se non si può escludere un interesse nei riguardi del centrocampista tascabile da parte dei liguri. Situazione da valutare, dunque. Luca Crecco è in lista di sbarco da Vicenza, il cartellino dell’ex Lazio è del Pescara ma difficilmente il jolly vorrà scendere di categoria. In uscita, Valdifiori cerca una squadra (il Sudtirol sta prendendo informazioni sul suo conto) e Sanogo farà ritorno al Benevento. 

In attacco Bocic andrà a giocare, ma da quanto ci risulta, la sua prossima squadra non sarà l’Albinoleffe. Al ds del Mantova Battisti piace, ma opterà per altri giocatori. Su Marilungo c’è il Teramo. L’interesse è concreto ma non si dovrebbe chiudere a breve. C’è anche da aggiungere che nel recente passato, l’esperto attaccante, era entrato nel mirino del Mantova stesso che poi ha abbandonato la pista per via del cambio in panchina. Galano vorrebbe la cadetteria (Ternana, Cosenza, Perugia e Alessandria sulle sue tracce?) e resterebbe in C solo con il Bari. De Marchi è in bilico tra partenza e permanenza. In entrata al netto delle dismissioni Finotto interessa ma la dirigenza del Monza, da noi contattata, smentisce per ora che sia partita una trattativa. Manneh del Perugia è un’ opzione molto plausibile: l’esterno gambiano è in uscita dal Grifo, che secondo fonti qualificate consultate da PS24, è disponibile a concedere il prestito. I contatti tra l’entourage e chi cura il calciomercato nel sodalizio dannunziano ci sono già stati e hanno avuto un esito positivo. I biancazzurri così ridurrebbero il monte ingaggi e svecchierebbero la rosa. Oltretutto, l’ingaggio percepito dall’ex Catania è tutt’altro che proibitivo. Aggiornamenti tra le parti sono previsti nei prossimi giorni, quando l’operazione potrebbe avere un’accelerata decisiva. E Bocalon? Forse non è un sogno. Il giocatore reputa pescara “una piazza incredibile” ma al momento non è partita alcuna vera trattativa. Per fare il doppio salto all'indietro di categoria potrebbe essere necessaria l'offerta di 2 anni e mezzo di contratto. E in B, tra le pericolanti, il giocatore potrebbe avere mercato quando andranno a dama alcuni movimenti. Restano anche Finotto e Beretta in lista

HA COLLABORATO LA REDAZIONE

Commenti

Video - L'addio di Leo Junior al calcio (a Pescara)
La Serie C si ferma! Calendario rimodulato