Prima squadra

3 punti importanti per il Delfino: #PescaraGubbio 3-1

All'Adriatico è andata così....

06.02.2022 13:48

A CURA DI RICCARDO CAMPLONE -
Il Pescara torna al successo dopo il brutto pareggio casalingo nell’infrasettimanale contro la Carrarese battendo davanti ai pochi tifosi biancazzurri il Gubbio per 3-1.
A segno sono andati Ierardi, il primo gol in maglia abruzzese e Clemenza, “bestia nera” della squadra di Torrente dopo la doppietta dell’andata ed il gol al 91’ di Ferrari. A nulla è servito il momentaneo 1-1 di Spalluto.
LA PARTITA: Tante novità nel 3-4-3 disegnato da Auteri: giocano dal primo minuto i neoacquisti: in difesa torna Drudi a supporto id Illanes e Ierardi; sulla fascia c’è Cancellotti mentre in mezzo Pontisso e Pompetti. Il tecnico siciliano cambia il reparto offfenso: con Cernigoi punta a supporto di Clemenza e Rauti.
Il Gubbio di Torrente, reduce dal pareggio di Fermo per 1-1, parte con il 4-3-3 con D’Amico, Arena e Righetti in attacco. Arbitra Sajmir Kumara della sezione di Verona.
La prima occasione della gara è per i padroni di casa, dopo 4 minuti di gioco con Nicola Rauti che entra in area di rigore dalla sinistra e fa partire in destro verso l’incrocio del primo palo ma la sfera termina alta.
Al 10’ ci prova di nuovo Rauti che controlla la sfera con il petto, si coordina e calcia dal limite dell’area con la palla che finisca sopra la porta.
Al 18’ la prima punizione è a favore del Gubbio: batte Arena con il mancino con la sfera che finisce sulla pista d’atletica.  
Al 22’ il Pescara va vicino al vantaggio con Cernigoi a tu per tu con Ghidotti che mette il pallone sopra la porta. Al 28’ il Pescara passa in vantaggio: altro angolo per il Delfino, sempre dalla sinistra: batte ancora Pompetti in mezzo per Ierardi che infila il pallone all’incrocio del secondo palo: 1-0. Primo gol in campionato per il difensore biancazzurro, il secondo dopo quello realizzato in B con la maglia del Vicenza.
Al 32’ il Gubbio va vicino al pareggio: Bulevardi filtra il pallone in area di rigore per Spalluto che calcia in porta, Sorrentino esce salvando porta e risultato.
Al 44’ Rauti si invola sulla fascia sinistra, mette un pallone basso in area per Cernigoi che colpisce il pallone con il ginocchio terminando sul fondo e su questa azione l’arbitro manda le squadre negli spogliatoi: il Pescara chiude i primi 45’ in vantaggio per 1-0 grazie al gol di Ierardi. Poche emozioni in uno stadio Adriatico semivuoto.
Il secondo tempo inizia con il pareggio del Gubbio: prima con la rovesciata di Sarao, entrato in campo al posto di D’Amico, che colpisce la traversa con Sorrentino che mette il pallone in corner. Sugli sviluppi del calcio d’angolo Spalluto impatta di testa e fa 1-1.
Al 60’ triplo cambio per Auteri: dentro Ferrari, Diambo e D’Ursi per Cernigoi, Rasi e Rauti. Cinque minuti dopo cambio per Torrente: esce l’ex Bulevardi, per infortunio, dentro Francoforte.
Al 66’ il Pescara passa in vantaggio: filtrante di Pompetti per Clemenza che calcia di prima piazzando il pallone all’angolino basso del secondo palo: 2-1. Quarto gol in campionato per l’attaccante biancazzurro, il terzo contro gli umbri dopo la doppietta dell’andata confermandosi “bestia nera” per la squadra di Torrente.
Al 71’ la risposta del Gubbio con il colpo di testa di Fantacci entrato al posto di Arena, con il pallone che finisce sul fondo. Cinque minuti dopo cambi per Auteri: fuori Pontisso, tra gli applausi dei pochi dell’Adriatico ed Illanes per Frascatore e Veroli. All’86’ ci prova D’Ursi dal limite dell’area con un destro a giro che finisce larghissimo in curva. 
All’88’ il Gubbio vi vicino al 2-2: Francofonte serve Spalluto tutto solo davanti a Sorrentino che para con il petto salvando i suoi compagni di squadra.
Al 91’ il Pescara cala il tris con il gol del “Loco” Ferrari che colpisce il pallone al volo su assist di D’Ursi: 3-1 Dopo 5 minuti di recupero termina la gara: il Pescara incassa il nono risultato utile consecutivo e lunedì, nel giorno di San Valentino, ci sarà il primo scontro-diretto del girone di ritorno in casa della capolista Reggiana.
TABELLINO
PESCARA-GUBBIO 3-1
MARCATORI: 28’ Ierardi (P), 50’ Spalluto (G), 66’ Clemenza (P), 91’ Ferrari (P)
PESCARA (3-4-3): Sorrentino; Drudi, Illanes (Veroli), Ierardi; Cancellotti, Pontisso (76’ Frascatore), Pompetti, Rasi (60’ Diambo); Rauti (60’D’Ursi), Clemenza, Cernigoi (60’ Ferrari); All. Auteri
GUBBIO (4-3-3): Ghidotti; Redolfi, Migliorini, Spalluto, Malaccari; Sainz Maza (77’Mangni), Tazzer (71’Formigoni), Bulevardi (65’ Francorforte); D’Amico (45’ s.t Sarao), Arena (71’Fantacci), Righetti; All. Torrente
AMMONITI: Rauti, Ierardi (P); Fantacci (G)
ESPULSI: /
ARBITRO: Sajmir Kumara della sezione di Verona.

Commenti

Vitturini riparte dalla Bulgaria! Con lui altri 2 ex biancazzurri
Matteassi: "Vicere facile è sempre...difficile"