Prima squadra

In arrivo una settimana di fuoco per Il Pescara

3 trasferte di fila

18.02.2022 12:00

Adesso per il Pescara c'è la settimana più intensa e difficile dell'anno. Archiviata la sfida interna contro l'Entella, la squadra di Auteri è chiamata a ben 3 trasferte consecutive concentrate in 7 giorni di fuoco. Si partirà domenica a Fermo, contro una squadra reduce dal ko di Siena per 2-0 che ha lasciato in dote anche l'espulsione di mister Giancarlo Riolfo, arrivata ad inizio ripresa per vibranti proteste (squalifica di un turno “per aver tenuto, al 9°minuto del secondo tempo, una condotta irriguardosa nei confronti dell’arbitro in quanto, nonostante fosse già stato richiamato, protestava con vigore nei confronti di una sua decisione uscendo dall’area tecnica. Misura della sanzione in applicazione degli artt. 13, comma 2, e 36, comma 1, lett. a, C.G.S, valutate le modalità complessive della condotta”). La Fermana è appena un punto sopra la zona playout ed ha bisogno di fare bottino pieno dopo una sconfitta che ha archiviato ben 4 pareggi di fila. Dopo Fermo, il Delfino sarà di scena mercoledì a Pesaro e poi a Modena. Due gare ad alta tensione, determinanti nell'economia del campionato biancazzurro. Per prepararle al meglio, la truppa potrebbe restare fuori sede in ritiro onde evitare una settimana di continui viaggi. 

Sarà importante nell'ottica delle 3 gare recuperare Ledian Memushaj, fuori dai giochi per un problema alla caviglia rimediato nella sfida con il Gubbio. La presenza dell'albanese, anche part time, darebbe fiato e alternative ad un reparto mediano che ha bisogno di ricambi per mantenere alta la propria competitività in partite dove conteranno tantissimo i duelli a centrocampo. 

Per il Delfino è iniziato lo scorcio del campionato che nel girone d'andata si è rivelato deleterio in ottica promozione diretta. Prima della gara di Reggio Emilia, infatti, nella prima parte di stagione il Pescara aveva una media di 2 punti a partita, poi, da quel giorno, il rendimento è crollato: 9 punti in 8 match dalla 7ª alla 14ª giornata, media 1,12 a gara. Quasi due mesi di grigiore, per fortuna evaporato a fine novembre, quando è iniziata la lunga striscia positiva che è durata nove giornate (21 punti con 6 successi e 3 pareggi, in media 2,33 punti a partita). Una striscia interrotta lunedì scorso proprio in casa della Reggiana. Nello stesso ciclo di gare nel girone d'andata, il Delfino aveva fatto registrare il  pessimo trend negli scontri diretti con le big, con un solo punto in quattro confronti: sconfitte con Modena, Reggiana e Cesena, pareggio con l’Entella. Anche questo è un aspetto necessariamente da migliorareper poter pensare di agguantare il terzo posto finale in regular season, determinante in ottica infiniti spareggi promozione

Commenti

Abruzzo & Giro d’Italia, una lunga storia d’amore tutta rosa: Merckx, Pantani, Bernal e poi...
I Biancazzurri dominano ma non sfondano: #PescaraEntella 0-0