Prima squadra

Pontisso: "Obiettivo serie B? I playoff dobbiamo farli per vincere!"

"Nei playoff occhio a Reggiana, Padova e Catanzaro"

26.03.2022 00:01

Chi nel Pescara è diventato praticamente insostituibile a suon di prestazioni importanti è Simone Pontisso, arrivato lo scorso 31 gennaio dal Vicenza e già rivelatosi innesto realmenteimportante. Il centrocampista biancazzurro si è raccontato ai microfoni di Rete 8 Sport nel corso della trasmissione “A cena con”, dicendo cose assai interessanti. «Quando il Vicenza negli ultimi giorni di mercato», dice Pontisso, «mi ha comunicato che non facevo più parte del progetto, ho subito accettato Pescara perché è una piazza ambiziosa e sono felicissimo di questa scelta. In un mese ho già visto tante cose belle e la squadra non è seconda a nessuno. Sono a scadenza di contratto? Ne parlerò con il mio agente a fine stagione, ora penso solo a fare bene. Al momento non credo che ci siano stati contatti con il Pescara per discutere un rinnovo. Ma se dovessimo andare in B scatterebbe in automatico».
Ed allora non resta che provare a fare bene i play off. «I play off saranno sicuramente difficili e con tante partite da giocare. Ma, credetemi, noi siamo attrezzati bene. Obiettivo serie B? I playoff dobbiamo farli per vincere quindi… A Vicenza  andammo in B diretti, senza play off. Fu un’annata particolare con il primo lockdown e avevamo dominato quel campionato». Ad oggi la classifica dice che il Modena è davanti nella lotta alla promozione diretta. «Per me è la favorita», continua Pontisso, «hanno tante qualità anche se nel loro stadio li abbiamo messi in grossa difficoltà. Nei playoff occhio a Reggiana, Padova e Catanzaro».
Due campionati vinti, Pontisso conosce i proverbi. «Non c’è due senza tre… Ma ora pensiamo al Pontedera domenica perché dopo il pareggio di Teramo dobbiamo vincere per forza». Prima di salutarci e di alzarsi da tavola, Pontisso racconta un simpatico aneddoto. «Spesso nel tempo libero giochiamo a briscola e devo dire che io, Ierardi e Ferrari siamo i più bravi. Poi c’è Illanes che pensa di saper giocare, ma non è assolutamente in grado….».

Commenti

Abruzzo & Giro d’Italia, una lunga storia d’amore tutta rosa: Merckx, Pantani, Bernal e poi...
Mondiali 2022: quante probabilità ha l’Italia di volare in Qatar?