Futsal

Niente Scudetto bis per il Pescara

Futsal Donne: Falconara si impone in Gara 3 della serie finale

13.06.2022 08:26

Sogno Scudetto infranto all'ultimo atto. Una stagione fa, proprio di questi periodi, l’allora Montesilvano - oggi Pescara - sorprese la favorita numero uno per lo scudetto al femminile, quel Città di Falconara che ora può meritatamente sventolare il tricolore al PalaBadiali. Il primo della sua storia.  Le Citizens di Neri stavolta riscrivono un altro finale, lieto, battendo 2-0 il Pescara a gara-3 e completando l’annata perfetta: Supercoppa, Coppa Italia e scudetto. Senza dimenticare anche quello Under 19, conquistato lo scorso 2 giugno a Salsomaggiore da Sabbatini e compagne.

L’EPISODIO Stesso starting five di venerdì per mister Neri, mentre Morgado ritrova Xhaxho (che schiera in corso d’opera) e recupera definitivamente Sestari. Si parte ed è spettacolo, seppur a reti bianche. Tutto fa pensare alla classica “bella” che potrà sbloccarsi solo con un episodio ed è proprio così che va, a favore delle citizens: l’insidioso tiro-cross di Taty viene deviato involontariamente nella propria porta da Coppari, rompendo così l’equilibrio di una partita giocata agonisticamente alla pari. Pari anche il numero dei tiri liberi calciati con Belli e Pereira (e ipnotizzati dai rispettivi portieri) e delle occasioni più limpide, ma all’intervallo sono le citizens a rientrare nello spogliatoio con un pizzico di serenità in più.

ANCORA MARTA Stesso impressionante ritmo nella ripresa, aperta dalla super parata di Dibiase su Belli. Il primo guizzo di 19′ giocati ad un’intensità che non conosce tregua. Saltano gli schemi e comanda l’adrenalina. E’ tutto cuore, adesso: quello di Janice Silva e di capitan Luciani, che prova il bis di testa, poi quello del Pescara che (ri)prova la “remuntada” inserendo Ortega come portiere di movimento. Passano dai piedi di Boutimah i palloni del possibile pari, ma il Falconara si difende con ordine e appena può – ancora con Marta (decisiva con Pato, appena 48 ore fa), mette dentro il bis che scrive la storia a soli 15″ dalla sirena: 2-0 al PalaBadiali. Apoteosi Città di Falconara. Ora sul petto c’è anche lo Scudetto. Delusione Pescara, che aveva vinto 5-0 gara 1 e che era andato ad un soffio dai supplementari a gara 2, salvo capitolare - dopo una super rimonta - a 22 secondi dalla sirena

Commenti

Grandi vittorie e una retrocessione amara: il Pescara 1992-93
Asse con la Ternana: ecco i nomi