Prima squadra

Campionato e mercato: parla mister Gaetano Auteri

"A Viterbo gara fondamentale. Mercato? Non forzo nulla, ma qualcosa arriverà sicuramente....”

29.01.2022 13:32

Viglia di campionato nel pieno rush finale di calciomercato: è tornato a parlare mister Gaetano Auteri in conferenza stampa. Ecco le parole del trainer di Floridia:

“Al turnover penseremo dopo, valutando tutti gli aspetti partita dopo partita. E' stata una settimana un po' particolare”. Le nuove positività hanno infatti condizionato l'attività. “Non abbiamo fatto tanto lavoro insieme con la palla, siamo sati un po' in isolamento con i 3 calciatori positivi nonostante non abbiano sintomi e 3 dosi di vaccino. Le normative sono particolari. Ma comunque abbiamo lavorato in vista di una gara molto importante come quella di domani, la prima di 3 in una settimana. Dubbi di formazione ci sono sempre. Non siamo tantissimi ma chi è fuori a breve, mi auguro già da lunedì, rientreranno. Dl punto di vista fisico il gruppo sta bene in vista del periodo che andremo ad affrontare. I piccoli intoppi nonci hanno creato intoppi, anche i positivi da soli si stanno allenando a casa e non sono completamente fermi. Memushaj per De Risio? Memu è un grande professionista, sempre prontissimo. Domani è una partita tosta contro un avversario forte che è in fondo ma che è squadra consistente. Ci giochiamo tanto entrambe le squadre. Serviranno temperamento, attenzione, forza agonistica, organizzazione di gioco. E' una gara fondamentale, lo dico poche volte ma è così. Può essere una svolta della stagione. Dovremo fare una gara strepitosa dal punto di vista dei ritmi, dell'intensità e della lucidità mentale. D'Ursi? Per domani non credo di cambiare, nell'arco delle 3 partite cambieremo. Clemenza è reduce da positività e deve crescere. Nzita? Sta lavorando meglio, un 10% in più ma deve fare tanta strada per arrivare al 100%. Il mercato? Ierardi è un giocatore pronto, che ha giocato fino a una settimana fa, si è allenato ma è chiaro che lo dobbiamo inserire nel nostro contesto di gioco. Giocare col mercato aperto è un'anomalia, anche le convocazioni ne risentono. Non sono convocati i fuori progetto e chi è sul mercato. Sono 18 i convocati. Mancano anche gli infortunati. Chiarella è in isolamento. Mi aspetto qualcosa davanti in entrata? Qualcosina prenderemo, non prenderemo qualcuno tanto per prendere. Non forzo nulla, ma qualcosa arriverà sicuramente....”


 

Commenti

Dall'Africa alla serie A passando per l'Abruzzo: la storia dell'atalantino Sidibe
Ufficiale: Rizzo ceduto