Prima squadra

Il Delfino chiude quinto: #PescaraImolese 2-2

All'Adriatico è andata così...

23.04.2022 16:34

Vittoria doveva essere ma vittoria non è stata. Il terzo posto non arriva e non si mantiene il quarto. Il Pescara ha impattato con l'Imolese per 2-2 (reti di Liviero, Clemenza, Pompetti, Angelo) e si prepara così, mancando la terza vittoria di Zauri in 3 partite dal ritorno, alla maratona playoff. 

La gara. Zauri non regala sorprese e conferma le previsioni della vigilia, con Nzita a sostituire l'infortunato Frascatore come unica novità. Nell'Imolese, solo panchina per l'ex Belloni. Avvio di partita a ritmi bassi, molo bassi. Biancazzurri inspiegabilmente col freno a mano tirato e artefici di parecchi errori in fase di impostazione. Per 15 minuti totalmente inoperosi i due portieri, ma se per Sorrentino poteva anche essere una cosa preventivabile non può dirsi lo stesso per l'omologo a difesa della porta avversaria. I biancazzurri non forzano i tempi e le giocate, vanno al piccolo trotto e non riescono a trovare il pertugio giusto per infilare la difesa dell'Imolese, squadra organizzata e ben messa in campo ma senza individualità di spicco in grado di esaltare gli sforzi di un collettivo volenteroso ma di tecnica non eccelsa. Al 16' Santopadre è costretto al primo intervento, non troppo difficile in realtà, su conclusione di Clemenza. E' anzi la squadra di Fontana al 18' ad avere la chance giusta di sbloccare, ma Lombardi grazia il Delfino con una scelta non opportuna; un minuto dopo, D'Alena ci prova da fuori con un bolide che non termina troppo distante dalla porta pescarese. Al netto di una bruttezza generale del match, si lasciano preferire gli ospiti: il gap tecnico tra Pescara e Imolese sulla carta (e in classifica) è assai ampio, ma sul rettangolo verde dell'Adriatico non si vede affatto. Al 26' gli ospiti legittimano il proprio buon inizio con la rete del vantaggio, che è un capolavoro in sforbiciata di Liviero che non lascia scampo a Sorrentino. La reazione del Pescara? Impalpabile, almeno nei primi minuti dopo lo svantaggio. Non ci sono idee e non c'è convinzione nella truppa di Zauri, che ha comunque con Pompetti al 32' la ghiottissima occasione per riequilibrare il match, ma il giocatore dell'Inter a porta spalancata spara alto. Incredibile! In una gara molto strana, però, accade che il pari arrivi comunque e arrivi nel modo che non ti aspetti: con un colpo di testa di Clemenza al 36' che da centravanti vero impatta benissimo il pallone e buca Santopadre. Tutto da rifare per gli ospiti, Pescara di nuovo in corsa per il terzo posto. Al 43', Benedetti calcia fuori. Un minuto dopo Santopadre salva in corner su colpo di testa di Ferrari: è l'ultima occasione di un primo tempo scialbo nonostante le due reti, una per parte, messe a segno. 

Nessun cambio deciso dai 2 tecnici all'intervallo, si riparte dunque dagli stessi 22 del primo tempo. Pronti via e al primo pallone giocato Pompetti completa il sorpasso con il pesantissimo gol del 2-1. Il play si fa così perdonare l'errore del primo tempo. Al 51' Santopadre si rende artefice di un vero e proprio miracolo su deviazione verso la propria porta di un compagno, ma è tutto vano datala posizione di offside di Ferrari. La partita torna subito sui binari di prolungata monotonia, nonostante D'Ursi provi a spezzarla con una azione individuale che Santopadre blocca (56'). Al 58', Sorrentino devia in corner (poi senza esiti) un diagonale da fuori area di Lombardi. Al 59' Drudi alza bandiera bianca e viene rilevato da Illanes. Con il passare dei minuti prova a farsi più intraprendente l'Imolese, ma invano almeno fino al 67' quando Angeli di testa, dagli sviluppi di un corner, fredda Sorrentino per il 2-2. Pompetti prova subito a rimettere il Delfino avanti, ma Santopadre fa buona guardia. Al 73' Clemenza centra il palo e non concretizza il 3-2. Subito dopo Cernigoi e Rauti rilevano lo stesso Clemenza e Ferrari. Al minuto 84 Santopadre in scivolata disperata salva tutto su Cernigoi, che poteva fare certamente meglio. 4 minuti dopo l'ex Belloni, da poco entrato, sfiora il bersaglio grosso ma centra solo l'esterno della rete. Allo scadere Zappella e Diambo rilevano Cancellotti e Pontisso. Ma non c'è tempo di incidere. Finisce così, 2-2, tra i rimpianti….

Il tabellino

PESCARA-IMOLESE 2-2

MARCATORI: 26' Liviero (I), 36' Clemenza (P), 46' Pompetti (P), 67' Angeli (I)

PESCARA: Sorrentino; Cancellotti (90' Zappella), Drudi (59' Illanes), Ingrosso, Nzita; Pontisso (90' Diambo), De Risio, Pompetti; Clemenza (74' Rauti), D’Ursi; Ferrari (74' Cernigoi).   All. Luciano Zauri

IMOLESE: Santopadre; Cerretti, Rinaldi, Angeli, Liviero; Benedetti (80' Lombardi M.), D’Alena (68' La Vardera), Boscolo;  L. Lombardi, De Sarlo (68' Belloni), Romano.    All. Gaetano Fontana

Ammoniti: Nzita, Rauti (P)

Arbitro: Ermes Fabrizio Cavaliere della sezione di PaolaAssistenti: Michele Collavo della sezione di Treviso e Daniel Cadirola della sezione di Milano. Quarto uomo: Simone Pistarelli della sezione di Fermo

Commenti

Blockhaus "stella" del Giro d'Italia. Vi ricordate la prima volta? La firma fu d'autore...
Zauri: "Adesso subito testa alla Carrarese che è la cosa più importante"