Prima squadra

La tradizione favorevole del Pescara ai playoff

Biancazzurri sempre grandi protagonisti

30.04.2022 00:01

Da domani parte il post season, che negli ultimi anni ha sempre riservato più gioie che dolori al Delfino anche quando si parla di playout (la recentissima doppia sfida col Perugia di Oddo) e non solo di playoff. Il Pescara per parlando di epoca recente ai playoff ha centrato due promozioni (in B con Di Francesco, in A con Oddo), una finale persa (col Bologna, sempre con Oddo l'anno prima della promozione di Trapani) e una semifinale (con Pillon). Il pubblico è sempre stato determinante,  (in Pescara - Verona 1-0 del 13 giugno 2010 Prima Divisioneerano stati 18.115 i biglietti venduti, compresi  oltre 2mila tifosi gialloblu') ma in questa stagione le presenze all'Adriatico sono state di molto inferiori alle duemila unità….

Nei giorni scorsi Il Centro ha pubblicato un interessante articolo-amarcord sui vari post seasons biancazzurri, del quale vi riproponiamo gli stralci più interessanti. Buona lettura!

 

"C'è un dato storico che lascia ben sperare nella corsa alla B. In quasi mezzo secolo di battaglie, precisamente dal torneo di B 1976-77 a oggi, il Pescara ha infatti partecipato nove volte agli spareggi, di cui otto per il salto in una categoria superiore e una per evitare la retrocessione. E il bilancio è decisamente positivo, dal momento che in ben cinque occasioni il Delfino ha conquistato la promozione e in una, nel 2020, ha ottenuto la salvezza in B nei play out ai danni del Perugia. Le grandi emozioni iniziano nel 1977, quando il Pescara di Cadè centra la prima promozione in A. I biancazzurri devono vedersela con Atalanta e Cagliari, delle tre ne salgono due. Nel triangolare i lombardi battono i sardi (2-1), poi il Pescara pareggia (0-0) con entrambe e festeggia la A insieme all'Atalanta. L'anno successivo il Delfino riscende tra i cadetti, ma nel 1979 torna subito nella massima serie con Angelillo dopo aver battuto il Monza nello spareggio di Bologna (2-0, reti di Pavone e Nobili). Da quel giorno bisogna fare un salto in avanti di 23 anni per rivedere i biancazzurri impegnati nei play off.
Serie C 2001-02, il Pescara di Iaconi perde la semifinale con il Catania, meglio piazzato al termine della stagione regolare, dopo aver vinto all'andata (1-0) e perso fuori con lo stesso risultato (gol di Cicconi, teramano di San Nicolò a Tordino, viziato da un palese fuorigioco).
Nel torneo seguente il Pescara conquista la B ai play off battendo la Sambenedettese in semifinale (ko in trasferta, 0-1, e successo all'Adriatico, 2-0) e il Martina in finale (0-0 in Puglia e 2-0 in casa).
Nel 2009-10 un'altra promozione in B, con il Pescara di Di Francesco che elimina la Reggiana in semifinale (0-0 all'andata e 3-0 all'Adriatico) e batte il Verona in finale (2-2 al Bentegodi, 1-0 tra le mura amiche). Cinque anni dopo i biancazzurri di Oddo, subentrato a Baroni dall'ultima giornata della stagione regolare, chiudono il torneo al settimo posto e si arrendono al Bologna in finale play off (0-0 in casa, 1-1 al Dall'Ara, emiliani promossi per la miglior posizione in classifica) dopo aver superato il Perugia in trasferta nel turno eliminatorio (1-2) e il Vicenza in semifinale (1-0 all'Adriatico e 2-2 al Menti).
Nel 2016 il Pescara di Oddo sale in A: in semifinale doppio successo con il Novara (2-0 in trasferta, 4-2 in casa) e in finale, contro il Trapani, vittoria all'andata all'Adriatico (2-0) e pareggio in Sicilia (1-1).
Infine, nel 2018-19, la sconfitta del Pescara di Pillon in semifinale play off contro il Verona (0-0 al Bentegodi, 0-1 all'Adriatico) e l'ultima gioia, datata 14 agosto 2020, con il Delfino di Sottil, che dopo il successo casalingo dell'andata (2-1) perde al Curi con lo stesso punteggio, ma la spunta ai calci di rigore"

Commenti

Blockhaus "stella" del Giro d'Italia. Vi ricordate la prima volta? La firma fu d'autore...
Beach volley, doppio appuntamento doc in Abruzzo. Uno a Pescara