Prima squadra

40 giorni per provare a svoltare la stagione

28.01.2021 00:01

Si riparte per il girone di ritorno, che dovrà essere necessariamente diverso da quello d'andata per provare a centrare la salvezza. Nel bilancio della prima parte di stagione pesa come un macigno la negativissima gestione Oddo, ma anche con Breda - che comunque dal suo insediamento ha portato a casa punti pesanti e ha inciso in prositivo in avvio di avventura - le cose non stanno andando benissimo, soprattutto di recente.

Dopo aver chiuso il girone d'andata con 2 ko pesanti, adesso per il Delfino ci sono 40 giorni di fuoco in un calendario non affatto agevole. Già dalla partita di domenica al Bentegodi contro il Chievo (fischio d’inizio alle 15) il popolo biancazzurro e la società (il Sebastiani furioso del post Salerno ha ribadito al fiducia al tecnico, ma la posizione in caso di ko non sarebbe più solida...) si aspetta una decisa reazione.

I prossimi impegni del Pescara hanno un coefficiente di difficoltà elevatissimo. Alle cinque gare immediate (Chievo, Reggina, Empoli, Venezia e Frosinone) bisogna aggiungere le partite con Lecce, Cittadella e, il 6 marzo, Spal: un ciclo terribile lungo quaranta giorni in cui il Delfino si giocherà le proprie chance di restare in serie B.

Con la Reggina rientrerà dalla squalifica Scognamiglio (salvo novità di mercato sul difensore, ma Galano -per il quale si profila un mese circa di stop -dovrebbe saltare almeno le prossime quattro partite contro Chievo, Reggina, Empoli e Venezia. Roberto Breda si augura di riaverlo a disposizione per la sfida in trasferta con il Frosinone in programma sabato 20 febbraio ma non bisogna pensare troppo in là: testa al Bentegodi, dove potrebbe mancare anche uno dei grandi ex, Ceter. Il colombiano lamenta problemi alla caviglia. E la coppia Asencio-Odgaard già scalpita.... E c'è un Rigoni in più, ora, per cercare la quadra in mediana.

Ma con quale assetto vedremo il Pescara a Verona? Probabilmente, come anticipato, con un nuovo sistema di gioco, il 4-3-1-2, sperimentato in corso d’opera a Salerno. Il 3-5-2 non verrà accantonato in via definitiva, ma l’allenatore sembra intenzionato a trasferire rapidamente alla squadra i meccanismi del 4-3-1-2 (con la variante 4-3-2-1). 

Commenti

Calciomercato live: tutte le trattative minuto per minuto
Antei operato, avventura pescarese finita