Prima squadra

L'ultima chiamata

Vietato fallire per il Pescara. La vetta è già lontana

08.11.2021 09:27

La vetta è ormai già lontanissima. Le vittorie di Reggiana e Modena allungano verso l'alto la classifica, portando capolista e vice a quota, rispettivamente, 31 e 25 punti. Il Pescara è a quota 20 e stasera nel posticipo in casa della terza, il Cesena che ha 25 lunghezze, non può fallire. Vincere significherebbe raggiungere il quarto posto e mantenere invariate le distanze con le due battistrada, lasciando aperta una porticina per provare a (sognare di) raggiungere la prima piazza che in caso di ko diventerebbe invece una vera e propria chimera praticamente impossibile da agguantare. Ecco perchè la sfida del Manuzzi, dove saranno presenti 330 supporters biancazzurri (dato ufficiale fornitoci dal Cesena), il Delfino non potrà fallire.

Il Cesena, dal canto suo, vuole continuare a dare linfa al suo progetto triennale che in questa stagione dovrebbe coronarsi con la promozione nei desiderata del club bianconero. Si continua a volare basso dalle parti dell'Emilia Romagna, ma è chiaro che si strizza l'occhio alla rincorsa alle cugine leaders della graduatoria. Se il Pescara dovesse andare ko stasera (ore 21, diretta RaiSport), la questione promozione diretta sarebbe cosa ormai di squadre di una sola Regione, con il triello Reggiana-Modena-Cesena a dominare la scena. Ecco perchè i 90' del Manuzzi sono ben più importanti dei canonici 3 punti che ci sono in palio. Il Pescara, poi, a parte di derby abruzzese di sabato, ha nella parte finale del girone un calendario agevole. Sarà infatti il primo match del girone di ritorno, il 22 dicembre ad Ancona, il match sulla carta più difficile. Vincere stasera, insomma, aprirebbe la corsa al recupero e darebbe fiducia, morale e autostima ad una truppa che non vuole rassegnarsi. E anche la panchina di Auteri non sembra poi così salda…..

PRECEDENTI - Cesena e Pescara hanno iniziato ad affrontarsi solo nel 1978 ma da allora la sfida è diventata una sorta di “classica”. Quella che oggi va in scena all’Orogel Stadium è infatti la gara numero 22 con un bilancio che vede predominante il segno “x”, uscito dieci volte. Romagnoli e abruzzesi si incrociano per sei stagioni di fila dal 1983 al 1989, le ultime due in A dove le due squadre salgono a braccetto nel 1987: i biancazzurri si aggiudicano la prima sfida nella massima serie per 1-0, risultato che accomuna anche gli altri due successi al Manuzzi, quello al primo confronto in assoluto e l’altro nella stagione 91/92. Il pareggio, si diceva: esce nove volte sui dieci match andati in scena tra i campionati 1993/94 e 2013/14, tutti giocati tra i cadetti. Seguono due successi consecutivi del Cesena che portano a otto le vittorie bianconere, l’ultima nella maniera più rocambolesca nella stagione 2017/18: due volte sotto, la squadra allenata da Fabrizio Castori rimonta con i gol di Jallow, Moncini e Donkor, a cui si aggiunge l’autorete di Brugman.

Commenti

Pescara 1992-93, vi ricordate tutti i giocatori?
Cesena-Pescara, ecco le formazioni ufficiali