Prima squadra

Delli Carri: "Ho fame, ho voglia e vorrei fare una squadra a livello dei tifosi e della città"

A Il Centro: "Con un po’ di anni vorrei tornare in A e giocarmela diversamente"

11.06.2022 08:58

Ds in pectore ma già con pieni poteri: Daniele Delli Carri sta già lavorando al nuovo Pescara. Ieri ha avuto una riunione, secondo quanto appreso da PS24, per strutturare il budget per la nuova stagione e nessun passo in avanti è stato fatto sul fronte allenatore (Zeman sempre in vantaggio su Colombo, ma occhio a terzi nomi a sorpresa).Manca l’annuncio ufficiale della sua investitura che arriverà entro la metà della prossima settimana e così sarà anche per il nuovo allenatore. Intanto il successore di Matteassi ha rilasciato una breve interveista a Il Centro che vi riproponiamo nelle sue dichiarazioni salienti:

«Sono contento del colloquio con il presidente. Siamo vicini all’annuncio e sarei felice perché Pescara è la mia seconda casa».
Un ricordo di quell’annata?
«Padova-Pescara 0-6 perché vidi Zeman commuoversi per il gioco espresso dalla squadra».
A proposito di Zeman, si riforma il binomio?
«Non sono ufficialmente il ds del Pescara».
Quando ha capito che poteva tornare?
«Dieci giorni fa ho parlato con Sebastiani per la prima volta. Ci siamo presi del tempo e oggi siamo quasi vicini».
Come si aspetta il suo ritorno lavorativo?
«Ho fame, ho voglia e vorrei fare una squadra a livello dei tifosi e della città. Ma sempre se dovessi essere io il nuovo ds».
Che squadra vedremo?
«Di voglia e corsa».
Una squadra di Zeman?
«Una squadra che abbia quelle caratteristiche».
C’è un giocatore che le piacerebbe avere a Pescara?
«Sì, ed è già un biancazzurro. Marco Delle Monache».
Lui con Zeman volerebbe.
«Potrebbe volare con tutti gli allenatori».
Che cosa le piace di più di Zeman e Colombo?
«Per Zeman dico che la carta d’identità non conta, per Colombo che le sue squadre hanno una grande intensità».
Ha un conto in sospeso con Pescara?
«Sì, ho fatto due promozioni ma anche una retrocessione. Se dovessi essere io il nuovo ds con un po’ di anni vorrei tornare in A e giocarmela diversamente».
Ha visto spesso quest’anno il Pescara. Cosa è mancato?
«Le incomprensioni a livello tattico di un allenatore integralista».
Quando la chiameremo ds? «Spero a breve». 

Intanto sempre il quotidiano abruzzese sositene che sul taccuino di Daniele Delli Carri c'è un nome nuovo nella lista della spesa biancazzurra: è della Juventus e si tratta del terzino destro dell’under 23 Tommaso Barbieri. “Piace molto”, si legge, “la società farà il possibile per portarlo in riva all’Adriatico. In questa stagione il classe 2002 ha collezionato 27 presenze. Il regolamento dice che sarà possibile inserire in lista 8 giocatori in prestito e la volontà del club è di lavorare con il diritto di riscatto per avere a fine stagione anche un valore aggiunto”.

Commenti

Grandi vittorie e una retrocessione amara: il Pescara 1992-93
Aspettando la decisione