Altri sport

Tirreno-Adriatico, c'è una tappa che parla abruzzese

Quarta tappa impegnativa con arrivo a Bellante

20.01.2022 12:47

Una corsa che unisce tradizione, modernità e valorizzazione del territorio: è questo il mix della Tirreno-Adriatico 2022 presentata questa mattina ad Ancona, nella sede della Regione Marche. Una prima novità è nella data: per la prima volta, come ha ricordato Mauro Vegni, la corsa si concluderà di domenica e non più di martedì. E poi ci sarà il ritorno importante dei "muri bassi" ovvero delle strade tradizionali della Corsa dei Due Mari, salite brevi ma impegnative senza però toccare percentuali di dislivello improbe. Grande attesa per la tappa numero 4, che arriverà in Abruzzo, a Bellante, dalla Cascata delle Marmore. Frazione di ben 2020 km, la terza per lunghezza della Corsa dei " Mari 2022. 

Come sempre si annuncia di altissimo livello la partecipazione alla Corsa dei due Mari: ad aver annunciato la loro presenza ci sono tra gli altri il vincitore uscente Pogacar, il campione del mondo Alaphilippe, Nibali, Moscon, Ciccone, Guillaume Martin, Kelderman, Ewan, Campenaerts, Pinot, Demare, Vingegaard, Viviani, Bettiol, Fuglsang, Evenepoel. Colbrelli, Caruso e Formolo. E con loro anche Peter Sagan, come ha confermato Vegni 

LE TAPPE

1a tappa - Lido di Camaiore-Lido di Camaiore km 13,9 crono individuale
2a tappa - Camaiore-Sovicille km 219
3a tappa - Murlo-Terni km 170
4a tappa - Cascata delle Marmore-Bellante km 202
5a tappa - Sefro-Fermo km 155
6a tappa - Apecchio-Carpegna km 213
7a tappa - San Benedetto del Tronto-San Benedetto del Tronto km 159

IMMAGINE DI ARCHIVIO

Commenti

Alla scoperta della pescarese Gaia Realini, astro nascente del ciclismo
Dopo Murano, sfuma anche Collodel