Prima squadra

Doppiette di Ferrari e Rauti: Pescara-Montevarchi 4-2

All'Adriatico è andata così...

22.01.2022 13:45

A CURA DI RICCARDO CAMPLONE - 


Il 2022 del Pescara inizia con due settimane di ritardo a causa dei troppi contagi da Covid nel Paese. Allo stadio Adriatico i biancazzurri inaugurano il nuovo anno battendo l’Aquila Montervarchi per 3-2 (prima volta che il Delfio va oltre i due gol) grazie alle doppiette di Rauti e Ferrari. 
LA GARA: Auteri comincia il nuovo anno dal 3-4-3 con sostanziali novità: esordio dal primo minuto per il neoacquisto Carlo De Risio al posto dello squalificato Pompetti con Veroli e Rasi terzini mentre in attacco a sostegno della punta Ferrari ci sono D’Ursi e Rauti.
Montervachi in piena emergenza con 9 indisponibili tra Covid ed infortuni. Il tecnico Malotti, nel 3-4-2-1, schiera Lunghi e Barranca alle spalle della punta Gambale. Arbitra Ancora della sezione di Roma1.
Dopo due minuti di gioco il Pescara passa in vantaggio: lancio di Cncellotti a cercare Rasi in posizione regolare, si invola verso l’area dove serve in mezzo Ferrari che calcia in porta, la palla colpisce il palo ma finisce in rete: 1-0. Al 6’ arriva la reazione del Montevarchi con Gambale che calcia dal limite dell’area e trova la deviazione in corner.
Passano due minuti ed il Montervarchi pareggia: l’arbitro Ancora concede un rigore a causa di un fallo in area di Diambo su Mercati: batte Gambale che calcia all’incrocio del primo palo, battuto Sorrentino che si butta dal lato opposto: 1-1.
Al 17’ Cancellotti mette un pallone basso in area di rigore per Ferrari che colpisce la sfera con un colpo di tacco, conclusione sul fondo. Tre minuti dopo il Pescara si riporta in vantaggio: cross dalla sinistra di Rasi, pallone in area di rigore dove Ferrari tocca il pallone e Rauti calcia al volo in parta, Giusti resta immobile: 2-1.
Un minuto dopo il Montevarchi va vicino al pareggio con Senzamici che colpisce il pallone di testa a due passi dalla porta dopo la respinta di Sorrentino su un cross. Al 30’ primo cambio per Malotti: fuori Senzamici dentro Intinacelli. Al 33’ cross dalla destra di Cancellotti in area di rigore per Ferrari che impatta di testa debolmente, Giusti agguanta la sfera senza difficoltà. Al 38’ il Montevarchi va vicinissimo al pareggio con Lunghi che sfiora il secondo palo e la conclusione termina sul fondo.
Al 46’ il Pescara cala il tris con una splendida conclusione all’incrocio del primo palo di Rauti, che firma la doppietta personale: 3-1. Dopo due minuti di recupero i 45 minuti si chiudono con il medesimo risultato. Pillola statistica: per la prima volta in questa stagione il Pescara segna 3 gol in una gara di campionato.
Nella ripresa primo cambio per il Delfino: dentro Zappella al posto di Drudi. Prima chance del secondo tempo è per il Pescara con Rauti che appoggia il pallone in area per Ferrari, l’attaccante calcia in porta ma la sfera termina sopra la traversa.
Al 50’ corner per i biancazzurri: batte dalla sinistra D’Ursi, pallone in mezzo per Diambo che colpisce di testa, la sfera finisce alta sopra la porta. Al 52’ l’Aquila Montervarchi torna in partita: Boccadamo entra in area di rigore e mette in mezzo per Intinacelli e batte Sorrentino: 3-2. Pochi minuti dopo Rauti dalla destra mette un pallone in mezzo per D’Ursi che viene anticipato dal portiere Giusti. Al 61’ scambio tra D’Ursi e Diambo con l’attaccante ex Bari che calcia dalla distanza, Giusti para centralmente. Al 65’ doppio cambio per Auteri: dentro Memushaj e Clemenza per Rasi e Rauti, applaudito dal pubblico presente sugli spalti dell’Adriatico.
Al 68’ Ferrari riesce a servire D’Ursi che calcia in porta, Giusti evita il gol e mette in corner. Dalla bandierina batte Memushaj in mezzo per Ferrari che colpisce di testa, la sfera viene allontanata sulla linea. 
All’80’ Poggesi, appena entrato in campo al posto di Laschi, viene ammonito per un fallo, calcio di punizione per i biancazzurri: batte Memsushaj che va direttamente in porta con la sfera che finisce sul fondo senza provocare problemi a Giusti. Tre minuti dopo occasione nitida per il Delfino: Memushaj, in posizione regolare, mette un cross verso l’area per Ferrari con il pallone che viene salvato nuovamente sulla linea di porta. Al 91’ Delle Monache entra in area, salta due difensori e calcia sul primo palo ma trova la deviazione in corner. Dalla bandierina va Memushaj in mezzo per Ferrari che con una semirovesciata batte Giusti: 4-2. Dopo 4 minuti di recupero finisce la partita: il Pescara comincia benissimo il nuovo anno battendo l’Aquila Montevarchi per 4-2
TABELLINO
PESCARA-AQUILA MONTEVARCI 4-2
MARCATORI: 2’, 92’ Ferrari (P), 8’ Gambale (rigore) (M), 20’, 46’ Rauti (P), 52’ Intinacelli (M)
PESCARA (3-4-3): Sorrentino; Cancellotti, Drudi (45 s.t Zappella), Ingrosso; Rasi (64’Memushaj), Diambo (75’ Frascatore), De Risio, Veroli; Ferrari, D’Ursi (87’ Delle Monache), Rauti (65’Clemenza); All. Auteri
MONTEVARCHI (3-4-2-1): Giusti; Achy, Carpani, Senzamici (30’ Intinacelli); Lischi (78’ Poggesi), Mionic (90’Nyamsi), Mercati (90’ Boncompagni), Boccadamo; Lunghi, Barranca; Gambale; All. Malotti
AMMONITI: Senzamici (M), De Risio (P), Poggesi (M)
ESPULSI: /
ARBITRO: Ancora della sezione di Roma1

Commenti

Alla scoperta della pescarese Gaia Realini, astro nascente del ciclismo
Sebastiani: "Cessione società? Quando sarà il momento saprete tutto. Ma.."