Prima squadra

Prima dismettere e poi innestare: la road map del mercato biancazzurro

Il punto

26.12.2022 00:10

A CURA DI MATTEO SBORGIA

Prima le uscite e poi le entrate. Questa  sarà l'imprinting  che il ds degli adriatici Daniele Delli Carri darà alla sessione invernale di calciomercato dei biancazzurri. In uscita detto di Crecco (CHE NON RINNOVERA')  e di Gianluca Germinario che andrà a giocare in prestito (LEGGI QUI), ci sono anche altri indiziati a lasciare il Delfino durante il primo mese del 2023. Matteo Saccani era arrivato in estate per fare il titolare, ma l'alto rendimento mostrato e dimostrato da Cancellotti ha frenato del tutto le sue ambizioni di titolarità. Ora il giocatore del Sassuolo vuole trovare un'altra sistemazione per giocare con continuità. Le attenzioni intorno a lui di sicuro non mancano, visto che si tratta di un terzino destro classe 2001. Anche Giammarco Ingrosso potrebbe salutare. L'ex difensore è legato ai dannunziani da un altro anno di contratto a cifre importanti, ma finora  ha trovato pochissimo spazio con Colombo e se ci sarà l'occasione lascerà l'Abruzzo. Potrebbe pensarci la Virtus Francavila che però prima deve fare le sue dismissioni e liberare spazio e poi, in secondo momento, potrebbe bussare alla porta del club di Sebastiani. Semmai ciò avvenisse, dovrebbe essere trovata la quadra dal punto di vista economico con tutte le parti in causa. Se l'esperto centrale di difesa andrà via potrebbe potrebbe essere preso un pari ruolo under. In bilico la posizione di De Marino. In caso di addio del terzino sinistro della Juventus, non dovrebbe arrivare nessuno: in quel ruolo possono giocare  sia il nuovo acquisto Mesik che Alessandro Crescenzi. E Lescano? La rottura ormai è chiara e se non venisse ricomposta in tempi brevi partirà, rimettendo in discussione la posizione di Tupta che sembrava sicuro partente.

Capitolo rinnovi. Il primario obiettivo di Tommaso Cancellotti è quello di restare a Pescara, ma il suo contratto scade a giugno 2023. Delli Carri ha sempre aperto al rinnovo che però fino ad oggi non è arrivato. Il ds sente costantemente l'entourage del terzino umbro, tuttavia non è ancora arrivata nessuna chiamata. E' chiaro che questa   situazione di standby  dovesse persistere, chi lo rappresenta comincerà a guardarsi intorno. In entrata si cercherà di reperire una mezzala d'inserimento.  Stante l'incertezza che gravita intorno a Iannoni del Perugia, Delli Carri pare essersi concentrato su altri obiettivi. Andrea Tessiore del Latina può essere la soluzione. Il classe ‘99 è in scadenza con il club nerazzurro e nel caso in cui arrivasse una buona offerta, i pontini potrebbero decidere di farlo partire subito per non perderlo il prossimo giugno a parametro zero.  Situazione da monitorare attentamente in virtù del fatto che l'interesse pare essere concreto.

Commenti

Grande Partenza del Giro dall'Abruzzo: parte il conto alla rovescia!
Clamoroso! Inchiesta Plusvalenze: proposto ricorso per revocazione per 9 club e 52 dirigenti