Prima squadra

Auteri: "Questa squadra è molto competitiva, dobbiamo far parlare il campo"

La vigilia del mister biancazzurro

05.03.2022 10:38

Domani in campo. Dopo 3 turni fuori, il Pescara torna all'Adriatico per sfidare il Siena. Mister Gaetano Auteri è tornato ad incontrare la stampa per il consueto punto prepartita. Ecco le sue parole: 

"Le ultime partite hanno confermato quello che ha detto tutto il campionato, che abbiamo raccolto meno di quanto settimane. Abbiamo commesso errori ma siamo anche incappati in alcune decisioni arbitrali sfavorevoli. Se troviamo continuità, giochiamo da squadra. Abbiamo pregi e difetti, ma ci può dare conforto quello che abbiamo fatto ma le parole se le porta via il vento. Dobbiamo confermare le cose in campo. Sbavature non ne dobbiamo fare, anche facendone minime veniamo penalizzati. E' chiaro che ci dobbiamo migilorare, è un gruppo che si è formato strada facendo. Giocando ogni 3 giorni ci si può allenare poco, abbiamo grandi giocatori che sono al 50% delle condizioni. Dobbiamo giocare con grande intensità, ma le parole contano poco: dobbiamo dimostrare in campo. Questa squadra è molto competitiva, nessun avversario ci affronta con superficialità. Se io avessi vinto la partita di Modena non avrei gioito ma avrei provato imbarazzo. Avrei preso i miei giocatori dopo un attimo di esultanza e li avrei portati negli spogliatoi per rispetto dell'avversario. Non mi riferisco a Tesser, parlo in generale. 

Dubbi di formazione ne ho sempre, ma li tengo per me. Zappella? Non ha un nuovo ruolo, prima aveva più libertà di spinta ma non è un ruolo tanto diverso dal passato. Sta facendo bene e sono contento. Abbiamo 2 giocatori che possono sostituire lo squalificato Drudi, sono entrambi affidabili e competitivi. Sono ambedue di livello alto. Ferrari è rimasto fuori da capocannoniere? E' stato squalificato ed aveva avuto un colpo alla costola, per 5 o 6 giorni faticava anche a respirare. Sono tutti utili e nessuno è indispensabile, nessuno fa le cose senza la squadra. Rauti? Deve cercare di più la porta. Può fare tanti ruoli in avanti. Ha spiccate qualità offensive. Il Siena ha un organico importante, è una squadra che con Padalino ha cambiato positivamente il lavoro e non sarà una squadra semplice. Ha qualità, è solida e strutturata come squadra"

 

Commenti

Abruzzo & Giro d’Italia, una lunga storia d’amore tutta rosa: Merckx, Pantani, Bernal e poi...
Primavera: la Roma batte il Pescara di misura