Rubriche

Viterbese-Pescara 0-1, le pagelle dei biancazzurri

Mora e Cancellotti su tutti

19.09.2022 08:43

Torna al successo il Pescara dopo il passo falso interno nell'infrasettimanale col Crotone e lo fa al termine di una classica partita di serie C: ruvida, sporca, senza eccessivo spettacolo. Ma era importante riprendere il cammino nella prima di due trasferte consecutive assai insidiose (la prossima è sabato a Foggia). Mister Alberto Colombo a fine gara era chiaramente soddisfatto, soprattutto dell'interpretazione data al match dai suoi ragazzi.

Plizzari 6,5 Ordinaria amministrazione eccetto il bolide da piazzato di Volpicelli sul quale ci mette una pezza. Sarà assente a Foggia, è pronto Sommariva

Saccani 5,5 Parte contratto e con un giallo subito sul groppone, sembra impacciato in fase offensiva e poco puntuale in quella difensiva. Insomma, la brutta copia del terzino ammirato a Pesaro, anche perchè nelle Marche il sistema di gioco (difesa a 5) lo aiutava ad esprimere le sue (buone) qualità. Cresce col passsare dei minuti, ma non troppo (85’ Boben s.v. Stringe i denti ed entra in campo per proteggere il vataggio nel finale)

Brosco 6 Sempre pericoloso nelle proiezioni offensive su palla inattiva, ingaggia un duello con la vecchia volpe Marotta e non ne esce perdente. Prende ancora una volta un cartellino giallo ed è questa la macchia più pesante della sua prestazione (al prossimo va in diffida e contando l'emergenza difensiva non è buona cosa)

Cancellotti 7 Affidabile, sicuro, tignoso: anche da centrale difensivo, oltretutto di sinistra, è regolare e regala una buona prestazione. E' un jolly poreziosissimo. A proposito: va a scadenza, cosa si aspetta a prolungargli il contratto?

Milani 5,5 Copia-incolla delle altre prestazioni e delle altre pagelle. Nesta e Volpielli lo fanno dannare, lui risponde come può. Comunque meglio in fase difensiva rispetto alle altre uscite

Gyabuaa 6,5 Dinamismo allo stato puro. Corre tanto e corre per tutti, magari non sempre con costrutto ma con una mediana compassata, avendo -mora e Palmiero come partner, la sua presenza anche senza i consueti strappi è fondamentale

Palmiero 5,5 Prima da titolare e si capisce perchè solo ieri si è preso la cabina di regia. E' ancora in ritardo e poco inserito nel telaio biancazzurro. Comunque tutti i palloni passano per lui e sono una miriade (64' Kraja 6. Entra e la sua presenza in termini di solidità si sente. Non è appariscente, ma di sostanza)

Mora 7,5 Il migliore, per distacco. Intelligenza calcistica di categoria superiore. Salva un gol fatto con un colpo di testa sulla linea, poi sigla la seconda marcatura esterna che vale 3 punti. Il Lazio gli porta bene, ma la fortuna non c'entra. E' un top player per la C

Cuppone 6 Meglio a destra che non a sinistra, è sempre sgusciante e fastiioso per gli avversari anche se poco concreto. Il giorno che diventerà letale sotto porta salirà di certo di categoria (78’Desogus 5,5 Non entra bene in partita, si vede che ha buoni numeri ma è poco concreto)

Kolaj 5= Fatica tantissimo a trovare la posizione e alla fine non la trova. Del tutto impalpabile (62’ Delle Monache 6,5 Entra lui e si accende la luce. I suoi spunti sono sempre interessanti, chedere referenze a Mora)

Lescano 5,5 Poco e mal servito nel primo tempo, non incide. Chiaramente non (solo e soprattutto) per colpa sua. Meglio nella ripresa, ma non di molto (78’ Vergani 5,5 Entra per tenere alta la squadra e allentare la pressione laziale. Non ci riesce)

Colombo 6,5 Squadra a sua immagine e somiglianza. Sostanza e pochi fronzoli e in C va bene così. Ridisegna la difesa causa emergenza e la scelta di Cancellotti e non di altri interpreti paga.

Commenti

Pescara per due volte su Rai Sport
Cilli: "Colombo molto bravo, squadra tosta e gruppo unito"