Prima squadra

Auteri: "Grande partita, ci è mancato solo il gol"

Il commento del tecnico allo 0-0 interno nello scontro diretto

17.02.2022 23:01

A CURA DI RICCARDO CAMPLONE - Auteri è rammaricato per la mancata vittoria, ma soddisfatto della prestazione dei suoi ragazzi. Ecco le sue parole rilasciate a Rete8: “Abbiamo fatto una buina partita contro una squadra forte. L’Entella mi ha fatto una bella impressione. Grande gara e bella partita per i livelli della C, le squadra si sono contese il risultato e noi alla lunga eravamo riusciti a predominare. È mancato solo il gol, l’importante è aver creato le occasioni. Noi non vedete tutti i giorni i giocatori, Diambo tatticamente non era quello di 3 mesi fa perché è cresciuto tantissimo. Ho scelto questo assetto tattico e prima di Reggio Emilia venivamo da 9 partite senza perdere. Qualcuno ha detto qualche stupidaggine perché siamo andati a Reggio Emilia asettici quando abbiamo fatto il 62% di possesso palla. In acanti ci siamo mossi poco contro una squadra che subisce poco o nulla. Pronti via abbiamo commesso degli errori per poi concedere il secondo gol. Bene clemenza nella fase di non possesso, sono contento perché è tornato il Clemenza che mi aspettavo. Bisogna fare le partite con continuità. Rauti tutta fascia? No, ha caratteristiche diverse da Nzita. Durante la agra non volevo togliere Pontisso ma ha chiesto il cambio. Ricordiamoci che tre giorni fa abbiamo giocato un posticipo. Quanto ci siamo sentiti con Matteassi e Sebastiani? Il presidente no l’ho sentito. Non vado a leggere quello che scrivete, io sono il dipendente e non commento quel che dice la proprietà. Il Pescara di Reggio Emilia piatto? Ha fatto il 62% di possesso palla e piatto per le poche occasioni. Siamo mancati davanti nella pericolosità non significa aver fatto una partita schifosa. Stasera agli attaccanti hanno fatto bene. A Reggio Emilia D’Ursi e Ferrari non hanno fatto bene mentre Rauti sì. Io sono sempre sorridente quando giocano le mie squadre.”

Commenti

Abruzzo & Giro d’Italia, una lunga storia d’amore tutta rosa: Merckx, Pantani, Bernal e poi...
Matteassi: "Entella dominata. Loro mai pericolosi"