Prima squadra

Il fanalino di coda per il battesimo biancazzurro bis di Zauri

Le premesse di Pescara-Grosseto

09.04.2022 08:01

3 partite più tutte quelle che riuscirà a conquistarsi ai playoff: è questo il cammino certo di mister Luciano Zauri per la sua seconda avventura sulla panchina biancazzurra. Una conferma sarà scontata in caso di approdo in B, ma in pochi scommettono sul fatto che la truppa pescarese riesca a vincere gli spareggi e a tornare nel campionato cadetto. Il realismo dice questo, ma guai porre limiti alla Divina Provvidenza….

Intanto si parte dalla sfida al fanalino di cosa Grosseto, con l'obiettivo chiaro di provare in questi ultimi 270 minuti di regular season ad agguantare almeno il quarto posto. Dunque bisogna vincere. Senza se e senza ma. Mister Zauri proporrà qualche accorgimento tattico rispetto al suo predecessore, ma non stravolgerà totalmente la base forgiata da Auteri. Vedremo soprattutto a livello psicologico e motivazionale se ci sarà la tanto agognata scossa data dal cambio di guida tecnica, come voluto e sperato dalla dirigenza.

Sulla carta l'impegno è agevole, ma guai a dare qualcosa per scontato. Il Grosseto è ultimo in classifica ad una lunghezza dall’Imolese con cui, però, è in svantaggio negli scontri diretti. Ed ha dunque necessità di fare punti a tutti costi. I toscani sono in serie utile da 4 giornate (vittoria in casa contro l’Entella e 3 pareggi) ma in trasferta non vince dal 27 novembre, dal sonoro 3-1 rifilato nel derby al Siena. Il Grosseto scenderà all'Adriatico per fare le barricate e provare a sfruttare le ripartenze per far male, ma il reparto offensivo è asfittico. Sono appena 28 i gol realizzati, peggiore attacco (come la Fermana), mentre 40 sono state, finora le reti incassate: quella maremmana è la nona migliore difesa del torneo e sembra un paradosso per l'ultima in classifica. Ma questo dato fa capire come sarà estremamente complicato bucare una squadra che proteggerà a tutti i costi la sua porta… 

Commenti

Blockhaus "stella" del Giro d'Italia. Vi ricordate la prima volta? La firma fu d'autore...
Zauri: "Le parole servono a poco, abbiamo zero alibi. Solo il campo dirà"