Prima squadra

Vis Pesaro-Pescara 0-2 le pagelle dei biancazzurri

Il Delfino rialza la testa con una buona prestazione del collettivo

24.02.2022 08:16

A CURA DI MATTEO SBORGIA -  
Il Pescara torna a vincere e soprattutto a convincere. Gli uomini di Auteri prevalgono sulla VisPesaro per 2 reti a 0 grazie ai goal di Cernigoi e Zappella. Ottima prestazione per i biancazzurri che mostrano e dimostrano cattiveria agonistica, cinismo ma anche calma e controllo. Doti e caratteristiche da grande squadra, insomma. Questa vittoria permette al Pescara  in un colpo solo di rosicchiare 2 punti al Cesena(fermato a Imola sullo 0 -0),  tenere a  distanza l’Ancona e avvicinare l’Entella che stasera è impegnata nella trasferta di Lucca. Tutto ancora aperto. Ora occorre  assolutamente continuità.
Sorrentino 7: Praticamente inoperoso per quasi tutta la partita, nella seconda frazione di gioco è provvidenziale deviando sul palo da campione un colpo di testa di Cannavò che era destinato in fondo al sacco. Mostruoso.
Ingrosso 6,5: Dalle parti sue non si passa. Reattivo, sempre pronto a respingere di testa gli attacchi della Vis – Pesaro. 
Illanes 6.5: Buon rientro. Non rischia nulla. Mette a servizio della squadra la sua grinta. Nelle poche situazioni ingarbugliate  che si presentano, mette la freddezza giusta. Chiamatelo ‘Mister Problem Solving’. Quando serve, c’è.
Veroli 7: Il migliore del reparto difensivo. Da terzino ‘bloccato’ concede le briciole a Saccani. E non è poco. Nella ripresa è costretto a uscire, speriamo non sia nulla di grave. (67’Drudi SV)
Zappella 7,5: Il migliore in campo. Imprescindibile, poliedrico. Si fa trovare sempre al posto giusto nel momento giusto. Inesauribile. Timbra il cartellino per la seconda volta in stagione, sfruttando alla perfezione un assist di Clemenza. Un giocatore così non dovrebbe mai uscire dal campo.
Pompetti 7: Partita senza sbavature la sua. Torna a salire in cattedra con qualità, concretezza e grinta. Dopo lo 0 -1 di Cernigoi(al quale fornisce  l’assist), prova la conclusione dalla distanza ma è solo la traversa a dirgli di no. Per il resto, dirige sapientemente le operazioni del centrocampo biancazzurro.
De Risio 6,5: Diga. Fa il suo con profitto. Nulla da eccepire.
Pontisso 6,5: Elemento importantissimo nello scacchiere tattico di Auteri, spicca per senso della posizione. Chiede il cambio nel secondo tempo, non dovrebbe essere nulla di grave. (55’ Cancellotti 6) Entra bene. Ordinato. Sfiora anche il goal di testa.
Clemenza 6,5: E’ autore di un paio di spunti interessanti che mettono in serio pericolo la difesa dei marchigiani. Fornisce l’assist a Zappella per il goal, mostrando reattività e prontezza di riflessi. Sta dimostrando di poter fare senza problemi la mezzala, Da lui comunque ci si aspetta sempre di più (76’ Frascatore sv)
D’Ursi 6.5: Pronti via subito traversa. Inizia alla grande. Spunti e qualità ci sono. Cerca di fare il suo nel migliore dei modi e soprattutto nella prima frazione, ci riesce. Poi si eclissa un po’, ma quando decide di esserci non si discute. (76’ Blanuta sv)
Cernigoi 7: Finalmente. Gioca, lotta, contrasta, riparte, sporca le traiettorie, aiuta i compagni e tra l’altro segna. Grande partita la sua. Oltretutto dimostra che se viene servito a dovere, è in grado di essere molto pericoloso. (76’ Rauti 6) Entra bene. Sprinta e prova a tenere impegnata la difesa dei biancorossi.
Auteri 7: Stavolta non sbaglia nulla. Ha l’assoluto merito di rilanciare Zappella che risponde alla grande. Anche nel dopogara si rende protagonista di dichiarazioni posate, giudiziose, giuste. Ora però serve continuità di prestazioni e risultati. Lunedì a Modena non sarà facile, ma il Pescara dovrà andare in Emilia – Romagna a fare la sua partita cercando di portare punti a casa. Si può fare. Si deve fare.

Commenti

Abruzzo & Giro d’Italia, una lunga storia d’amore tutta rosa: Merckx, Pantani, Bernal e poi...
Ora è anche ufficiale: Massimo Oddo riparte dalla Serie C