Prima squadra

L'ora della Partitissima

Ore 14:30, Pescara-Catanzaro: vietato fallire

27.11.2022 00:01

Oggi non si scherza, oggi davvero - al di là di frasi fatte e di retorica - n i punti in palio valgono doppio: oggi è il giorno di Pescara-Catanzaro, sfida tra prima e seconda della classifica che avrà uno spettatore d'eccezione, il Crotone, che spera di poter recuperare punti su almeno una delle due squadre che stanno dando spettacolo e che, con un ruolino di marcia eccezionale, sono le lepri del Girone C. La chiave della partita, che si annuncia assai tirata e molto tattica, può esssere in casa Pescara il lasciare l'iniziativa al Catanzaro. In questo avvio di stagione, pur non giovando prevalentemente in ripartenza o comunque con una filosofia da semplice contropiede, il Delfino - specie in trasferta - ha dimostrato di sapersi modellare sull'avversario, potendo poi colpire e di trovarsi meno a suo agio, e dunque più in diffocoltà, quando deve gestire tempi e modi della gara, avendo l'iniziativa in mano. Il Catanzaro è squadra di qualità e personalità e tende a tenere in mano il pallino del gioco, ma siamo certi che Vivarini abbia studiato le contromisure giuste per limitare il potenziale biancazzurro e cercare di mettere in difficoltà la rivelazione della stagione cercando di non impostare la gara sul terreno più congeniale a mora e compagni. 

In casa Pescara è certo il ritorno in campo al centro dell’attacco Facundo Lescano al posto di Vergani, titolare nelle ultime due uscite (vittoriose) contro Messina e Turris. L’italoargentino si è preso un break nelle ultime due gare per essere pronto per la supersfida di domenica prossima. Il suo feeling con Cuppone una delle armi che potrebbero decidere la partita e far esplodere l’Adriatico" Facundo Lescano in vista della sfida contro il Catanzaro in settimana ha confermato: “Finalmente sto bene. Per qualche settimana ho avuto un problema muscolare ma ora sono pronto.Ci saranno tanti tifosi? Bellissimo, io ho visto lo stadio Adriatico pieno quest’estate in Inter Villareal ed è stato stupendo. Affronteremo una squadra fortissima, il campionato ha detto che Catanzaro, Pescara e Crotone sono le migliori. Un pari? Non firmerei. Iemmello? Un grandissimo attaccante. Ha fatto le categorie superiori e da lui ho da imparare ma sono carico per la partita di domenica”. Sul fronte opposto il senatore Brighenti sostiene che "Contro il Pescara sarà una partita importante ma come lo sono tutte le altre". 

Ma è un modo di alleggerire una pressione che è tutta sulle spalle dei calabresi, costruiti non solo per vincere ma per dominare. Il Pescara sta andando oltre le più rosee aspettative ed essere col fiato sul collo della banda Vivarini, con la concreta prospettiva di agganciarla in vetta dopo ⅓ di torneo, è già tanta roba. E siccome l'appetito vien mangiando ed i margini di miglioramento sono tutti del Pescara, perchè Catanzaro e crotone sono già arrivati al massimo del potenziale esprimibile……

Commenti

Leo e l'orologio di Berlusconi dopo un famoso Pescara-Milan
Le Aquile del Sud pronte a planare sull'Adriatico