Prima squadra

Zauri: "Qui per fare qualcosa di importante, ce la metteremo tutta"

Prima conferenza stampa per il nuovo tecnico

08.04.2022 10:13

Niente presentazione ufficiale in pompa magna, le prime parole dopo il suo ritorno mister Luciano Zauri le pronuncia nella conferenza stampa di presentazione del match. Domani c'è Pescara-Grosseto per il suo debutto bis sulla panchina pescarese. Ecco le parole di Zauri:

"Spendo un pensiero all'inizio per mister Auteri, digerire un esonero non è mai facile e capisco la sua situazione. Detto questo, tocca a me e me la godo se permettete il termine. Ringrazio il presidente e il ds per la grandissima possibilità che mi è stata data. Non è assolutamente una rivincita, Pescara per me è la seconda casa per cui per me è un grande onore, un sogno. Sono assai felice. 

Frizioni con parte del vecchio spogliatoio? Credetemi, non c'è stato niente. Un allenatore fa le scelte, un giocatore può non accettarle ma per quanto mi riguarda è finita sempre dopo 2 secondi. Credetemi, non c'è nulla. Poi i risultati non arrivarono. Ora le cose vanno splendidamente e non vedo l'ora che domani ci sia la partita.

La squadra sta bene, ha qualche piccolo acciacco - nulla di grave -  ma vuole fare bene. Spero si veda lo spirito, noi vogliamo fare il massimo e scalare una posizione in queste 3 partita. Il clima è positivo, io sono ottimista di natura. Sono un foglio bianco e accetto tutto quello che i ragazzi mi fanno vedere. Modulo? I numeri servono, ma molto è interpretazione. Ho ragazzi bravi e con qualità ben definite, ad ognuno chiederò quel che sa fare. Nè più nè meno. Abbiamo fatto buoni allenamenti e i ragazzi si sono allenati, ma il banco di prova è sempre la partita. Pontisso? E' un play, non lo scopro io. Pompetti è più dinamico, ma c'è anche De Risio che può fare il play come gli altri due. C'è un'idea di partenza, poi vedremo. L'idea di partenza è Pontisso vertice basso. Sorrentino e Veroli hanno fatto benissimo finora. 

Come si vede il Pescara da fuori? Da abruzzese si guarda sempre con un occhio diverso, sono contento quando fa bene ma guardo con occhio di allenatore. Siamo qui per fare qualcosa di importante, ce la mettiamo tutta. Oddo? Ho fatto i complimenti a Massimo per telefono per quello che sta facendo, ha trovato una squadra che funzionava e ci ha messo del suo, con Donatelli, per farla andare meglio. Noi? Zero alibi, vedremo cosa riusciremo ad ottenere. Ho chiesto ai ragazzi di darmi il massimo. Sono diverso dopo 2 anni, ho studiato, letto e guardato. Qualcosa in più credo di averlo. Speriamo nel bel calcio, ma sono importanti i risultati. Cercheremo di coniugare entrambe le cose. Il Grosseto?Non c'è nulla di scontato, è una squadra organizzata, che ha voglia di fare e che vuole restare aggrappata alla categoria. Sarà una partita difficile"

NEL LINK SOTTOSTANTE, LA CONFERENZA STAMPA DI MAURISI DA GROSSETO

 

Commenti

Blockhaus "stella" del Giro d'Italia. Vi ricordate la prima volta? La firma fu d'autore...
Zauri: "Le parole servono a poco, abbiamo zero alibi. Solo il campo dirà"