Futsal

3 gol nel primo minuto: si spegne subito il sogno Coppa Italia per il Pescara

Passa il CMB. Biancazzurri eliminati al primo turno di Final Eight

24.03.2022 18:09

Sconfitta di misura e tanti rimpianti per un minuto di gioco, il primo, che risulterà determinante. Il Futsal Pescara perde 4 a 3 contro il Cmb Matera nei quarti di finale di Coppa Italia e chiude subito la sua esperienza nella manifestazione di Salsomaggiore.

Letale - come detto - il primo minuto di partita, in cui i lucani partono fortissimo e segnano tre gol, pesantissimi e decisivi nel risultato finale della partita.

Punizione dopo 9’’ e l’argentino Basile buca la difesa pescarese con un rasoterra che sorprende anche Mammarella. Inizio shock, ma dopo 33’’ Pulvirenti, servito ancora da Basile, porta i lucani già sul 2 a 0. L’incubo continua e all’alba del 2’ Basile fa doppietta e 3 a 0 per i lucani. Segnali di risveglio con il rientrante Gui dopo 1’40’’, ma Parisi fa una gran parata sul suo destro a giro ravvicinato. La partita si assesta e un po’ si addormenta, fino a quando Palusci non inserisce il portiere di movimento e accorcia, prima dell’intervallo, con Coco Wellington, il migliore dei suoi.

Nella ripresa si riparte dal 3 a 1 per Cesaroni e compagni. E arriva subito il poker dei lucani, che gela i biancazzurri e rende complicatissimi i 17’ restanti prima della sirena. Palusci se la gioca e sbatte contro un incrocio dei pali colpito da Coco Schmitt. Va dentro invece il sinistro chirurgico dalla distanza di Coco Wellington, che rimette in corsa sul 2-4 i suoi e riaccende la partita a 15’ dalla conclusione. La squadra di Nitti abbassa i giri del motore, fa scorrere il cronometro e il coach pescarese ripropone il portiere di movimento per chiudere l’avversario nella sua metà campo e trovare la giocata che possa rilanciare le speranze. Il tempo corre veloce, ma Morgado infila il 3-4 a 3’30’’ dalla fine e il CMB trema nel finale. Palusci chiama un time out, cambia portiere di movimento per destabilizzare la difesa di Matera, ma restano 90’’ prima della fine e la palla scotta. A pochissimi secondi dalla sirena, Pulvirenti salva sulla linea il sinistro di Wellington, poi Misael non riesce a trovare la porta sul lungo rinvio di Mammarella. In semifinale va il CMB, grazie a quel primo minuto di fuoco.

FUTSAL PESCARA - CMB MATERA 3-4 (p.t. 1-3)

FUTSAL PESCARA: Mammarella, Murilo, Coco Wellington, Andrè, Gui, Misael, Coco Schmitt, Eric, Morgado, Onnembo, Cappello, Diodati, Mazzocchetti, Giuliani. All. Palusci.

CMB MATERA: Parisi, Josete, Stazzone, Pulvirenti, Basile, Santos, Perrucci, Strippoli, Braga, Arvonio, Cesaroni, Oitomeia, Mohammed, Weber. All. Nitti.

ARBITRI: Beneduce di Nola, Pisani di Aprilia, Borgo di Schio. Crono: Minichini di Ercolano.

MARCATORI: nel p.t. 9’’ e 1’06’’ Basile (CMB), 33’’ Pulvirenti (CMB), 19’33’’ Coco Wellington (P); nel s.t. 2’26’’ Santos (CMB), 4’42’’ Coco Wellington (P), 16’30’’ Morgado (P).

NOTE: ammoniti Coco Schmitt (P), Basile (CMB), Pulvirenti (CMB), Eric (P).

Commenti

Abruzzo & Giro d’Italia, una lunga storia d’amore tutta rosa: Merckx, Pantani, Bernal e poi...
Mondiali 2022: quante probabilità ha l’Italia di volare in Qatar?