Prima squadra

Altra prova da dimenticare: Pescara-Lucchese 0-0

All'Adriatico è andata così....

28.11.2021 13:47

A CURA DI RICCARDO  CAMPLONE - 

Vince la noia: Pescara-Lucchese 0-0
In un clima di piena contestazione contro il presidente Sebastiani il Pescara non va oltre lo 0-0 contro la Lucchese. All’Adriatico è stata una partita noiosa senza occasioni da gol. 
LA PARTITA: Auteri si gioca tantissimo contro la Lucchese. Il tecnico siciliano torna alle origini, 3-4-3 ma con diverse novità: Veroli dal primo minuto come terzino destro; confermato Zappella a centrocampo assieme a Pompetti ed il rientrante Memushaj. Cambia specialmente l’attacco, del tutto inedito, con Chiarella, Rauti e D’Ursi. Pagliuca si schiera con il 4-3-1-2 con Belloni alle spalle delle due punte Sembrini e Fedato. Arbitra Sfira della sezione di Pordenone.
Prima occasione per i biancazzurri dopo 1 minuto di gioco: corner battuto dalla destra da Pompetti, in mezzo per D’Ursi che calcia, la conclusione viene murata ma la sfera finisce tra i piedi di Rauti che calcia davanti a Coletta ma l’estremo difensore si salva.
Al 27’ la prima occasione della Lucchese, con Visconti, che calcia dai 30 metri vedendo Sorrentino lontano dalla porta ma l’estremo difensore biancazzurro agguanta il pallone. Al 32’ cross dalla destra di Zapella in area, la sfera viene allontanata da Bachini di testa, recupero di Pompetti che calcia malissimo. 
Al 41’ calcio di punizione a favore della Lucchese, con Visconti cha calcia dalla metà campo con la sfera che termina in curva. Al 46’ ci prova Corsinelli dalla distanza ma Sorrentino para centralmente senza difficoltà. Dopo 2 minuti di recupero termina il primo tempo: 0-0 tra Pescara e Lucchese con le due squadre che non hanno creato occasioni da gol. Biancazzurri che tornano nel tunnel degli spogliatoi tra i fischi dell’Adriatico.
Nella ripresa primo cambio per il Pescara: dentro Ferrari per Rauti. Al 56’ cross dalla destra di Zappella in area di rigore per Ferrari che impatta di testa sul secondo palo ma la palla finisce fuori di poco.
Al 65’ Clemenza, entrato in corso d’opera al posto di Memushaj, calcia dalla distanza ma la sfera finisce sul fondo. Un minuto dopo calcio di punizione a favore dei padroni di casa: batte Pompetti, pallone in area di rigore con Belloni che allontana di testa, la palla resta lì dove Ferrari si coordina e calcia al volo sul primo palo ma la sfera finisce in curva. Al 68’ cross dalla sinistra di Nzita in area di rigore per Ferrari ma Coletta esce con i pugni e sventa la minaccia. Un minuto dopo altra punizione battuta da Pompetti, pallone in area allontanato con Rizzo, entrato al 56’ al posto di Chiarella, calcia malissimo con la palla che finisce fuori.
Al 73’ altro cambio per Auteri: dentro De Marchi al posto di Nzita. Al 77’ Minala calcia dalla distanza con la palla che finisce fuori. Un minuto D’Ursi si libera della marcatura, si gira e calcia dal limite dell’ara verso il primo palo con la sfera che termina alla sinistra di Coletta.  All’83’ doppio cambio per gli ospiti: dentro Babbi e Brandi per Frigerio e Belloni.
Al 93’ il Pescara resta in 10 uomini a causa del fallo da ultimo uomo di Drudi su Bladan. Al 95’ calcio di punizone a favore della Lucchese: batte Corsinelli in mezzo per Babbi poi allontanato e su questa azione finisce 0-0 la partita ma si accende una rissa tra Rizzo poi espulso dopo il triplice fischio e Brandi, che poi coinvolge anche altri. A fatica torna la calma

TABELLINO
PESCARA-LUCCHESE 0-0
MARCATORI
PESCARA (3-4-3): Sorrentino; Veroli, Drudi, Ingrosso, Nzita (73’De Marchi); Memushaj (63’Clemenza), Pompetti, Zappella; Chiarella (56’ Rizzo), Rauti (45’ s.t Ferrari), D’Ursi; All. Auteri
LUCCHESE (4-3-1-2): Coletta; Corsinelli, Bachini, Ballich, Nannini; Visconti (54’Picchi), Minala, Frigerio (83’Brandi); Belloni (83’Babbi); Sembrini (54’Nanni), Fedato (76’Baldan); All. Pagliuca
AMMONITI: Nannini, Belloni (L); Veroli, Ingrosso (P)
ESPULSI: Drudi (P)
ARBITRO: Sfira della sezione di Pordenone

Commenti

Video - L'addio di Leo Junior al calcio (a Pescara)
Il corteo di protesta contro la società