Altri sport

La Nazionale italiana di paraciclismo in ritiro (ancora) in Abruzzo

Addesi e compagni preparano la nuova stagione

12.02.2022 09:04

A un anno dal decennale della nascita e tra i motori principali dell’attività ciclistica paralimpica in Abruzzo, l’Addesi Cycling continua la propria missione per promuovere lo sport e il tema dell’inclusione senza ostacoli.

Dopo aver organizzato con successo i ritiri azzurri nelle località abruzzesi di Pescara, Francavilla al Mare e  Pineto, il 2022 è l’anno della new entry San Salvo che ospita un nuovo e inedito ciclo di allenamenti della nazionale guidata dal neo commissario tecnico Rino De Candido.

A curare come sempre tutti i dettagli a livello organizzativo l’Addesi Cycling di Pierpaolo Addesi con il patrocinio del Comune di San Salvo e la collaborazione dell’omonimo Velo Club. Dal 19 al 26 febbraio sono attesi una trentina di atleti del giro azzurro accolti presso la confortevole struttura del Poseidon Beach Village Resort.

Tiziana Magnacca, sindaca del Comune San Salvo: “Siamo felici di ospitare a San Salvo il ritiro della nazionale italiana di ciclismo paralimpico che per una settimana soggiornerà nella nostra città. Sarà l’occasione per apprezzare atleti che sopperiscono a una disabilità con la forza della volontà. Crediamo molto a questa presenza perché è un momento speciale per richiamare l’attenzione di tutti sulle priorità che dobbiamo avere nelle nostre giornate e gli atleti paralimpici ci fanno rimettere i piedi a terra”.

Tonino Marcello, assessore allo sport del Comune di San Salvo: “Siamo onorati di accogliere eventi del genere che qualificano le attività sportive della città oltre a diffondere un messaggio di socialità e un’occasione per promuovere il turismo in una località che può accogliere tutti offrendo servizi a misura di turista. La parte sportiva dedicata al ritiro e l’incontro con le scuole si incastreranno alla perfezione nell’intento di lasciare un bel ricordo di questa esperienza nel segno dell’integrazione”.

Pierpaolo Addesi a nome dell’Addesi Cycling: “In base alla mia esperienza continuo a fare del bene per gli altri e non è facile trovare un’amministrazione comunale molto sensibile alle tematiche della disabilità legate allo sport. San Salvo è una di queste ma voglio sottolineare che l’Abruzzo è l’unica regione in Italia dove si fanno queste iniziative e lo dico perché faccio parte della nazionale italiana da 18 anni. Io rappresento anche il Comitato Italiano Paralimpico che ha come obiettivo la diffusione dello sport senza le barriere che è il perno centrale della nostra missione. Ultimamente ci sono tanti ragazzi che hanno preso spunto da questa situazione e io sono uno di quelli che stavo sempre nascosto e dopo sono uscito fuori perché ho visto per caso in televisione un mezzo video delle Paralimpiadi di Atene 2004. Questo mi ha dato la forza di uscire da casa, dove mi ero rinchiuso, ed iniziare a correre in bicicletta. Poi sapete tutti come è andata”.

Maria Travaglini, assessore alla scuola per il Comune di San Salvo: “Apriamo in bellezza la primavera ed è un segnale di ripartenza molto forte in questi tempi difficili di convivenza con l’emergenza sanitaria. Non vediamo l’ora di accogliere i ciclisti paralimpici e di ascoltare le loro storie mercoledì 23 febbraio nell’incontro con gli studenti delle scuole, in video conferenza su Google Meet, per sensibilizzare sulla disabilità”.

Tonino Maggitti a nome del Velo Club San Salvo: “Attendiamo con trepidazione l’ultima settimana di febbraio per essere partecipi di questa esperienza con gli azzurri del paraciclismo. Abbiamo insistito con l’amministrazione comunale e ci rimboccheremo le maniche affinchè tutto vada per il meglio nei giorni in cui San Salvo sarà al centro dell’attenzione a livello nazionale”.

Antonio Raspa, titolare del Poseidon Beach Resort Village: “Sono tanti i ringraziamenti da fare, dallo staff della nazionale all’amministrazione comunale di San Salvo, senza dimenticare il Velo Club e l’associazione albergatori che ci hanno dato la spinta per portare questo evento sul nostro territorio. Ci siamo tutti messi in gioco in questa occasione importantissima per sensibilizzare questo mondo della disabilità ma anche farsi portavoce di questo tipo di turismo legato agli eventi sportivi”.

A portare il saluto anche Tony Faga (assessore comunale all’ambiente) e la responsabile comunale del settore sport e attività produttive Marianna Pelliccia, per un evento che è anche sostenuto dalle realtà commerciali Vini San Nicola, Nacom, Kemipol, Emidio e Alfredo De Florentiis onoranze funebri, Selmec e Freebike.

Commenti

DATE E ORARI GARE DEL PESCARA 11^ -19^ RITORNO
La Primavera del Pescara non sa più vincere