Altri sport

Grande Amicacci! La Supercoppa Italiana arriva in Abruzzo!

Sfatato il tabù Cantù, prima volta per la squadra di Giulianova in 40 anni di attività

18.12.2022 08:01

La prima volta non si scorda mai. Ed è ancora più bella se celebra i 40 anni di storia di una società ormai diventata una vera icona dello sport abruzzese. La Deco Metalferro Amicacci ha alzato ieri al cielo di Meda la Supercoppa Italiana di pallacanestro in carrozzina dopo aver battuto 60-57 l'Unipol Briantea84 Cantù al termine di un match bellissimo e combattuto. A fare la differenza è stata la prestazione monstre del'l'israeliano Shay Barbibay, eletto MVP della finale grazie ai 26 punti messi a referto insieme a 7 rimbalzi. Da ieri, Cantù non è più la bestia nera della squadra di Giulianova. Nella scorsa stagione, a trionfare nelle finali Scudetto e Coppa Italia erano stati i canturini del fuoriclasse giuliese Simone De Maggi, che partivano anche ieri con i favori del pronostico dato l'avvio sprint della nuova stagione. Cantù, infatti, si era accostata all'impegno da squadra dominatrice del Girone B della stagione regolare in Serie A, con sette vittorie in altrettanti match disputati; l'Amicacci invece, che ha visto invece partire il proprio leader Adolfo Damian Berdun alla volta di Sassari, è ripartita con il freno a mano tirato in campionato, faticando più del dovuto per agguantare il quarto posto nel Girone A, frutto di 3 vittorie e 4 sconfitte. E, invece, nella riedizione della sfida infinita che ha caratterizzato tutta l'annata agonistica 2021-22, la partita per il primo titolo della nuova stagione ha consacrato la maggior voglia di vincere della squadra di coach Carlo Di Giusto, capace di arginare le bocche da fuoco lombarde e di colpire nei momenti topici del match. L'Amicacci ha così spezzato l'egemonia della Briantea84 nella competizione (6 edizioni della Supercoppa Italiana portate a casa, di cui le ultime 5 consecutive) ed era stato buon profeta Josef Jaglowski, coach di Cantù. “La squadra dell’Amicacci è formata da giocatori molto esperti. Nella mia vita ho vissuto tante finali: molte le ho vinte, altre le ho perse, sia da giocatore sia da allenatore”, le sue parole alla vigilia. Questo è il basket e può sempre succedere di tutto”. Ed è accaduto proprio ciò che in pochi pronosticavano, una caduta all'ottava gara dell'anno che è costato un record (con il successo di ieri, Cantù sarebbe diventata il team primatista di vittorie in Supercoppa). La stagione riprenderà ora, dopo le festività, sabato 7 gennaio con l’ottava giornata della stagione regolare di Serie A, ma adesso a Giulianova è tempo di godersi la festa e di mettere sotto l'albero di Natale un trofeo scintillante. 

Commenti

Grande Partenza del Giro dall'Abruzzo: parte il conto alla rovescia!
La Primavera di Memushaj chiude il 2022 col botto!