Prima squadra

Botta e risposta: Pescara-Perugia 1-1

L'anticipo di B è andato così...

12.04.2019 20:02

A Memushaj risponde Vido e tra Pescara e Perugia finisce 1-1. L'anticipo di Serie B non regala eccessive emozioni e le due squadre al triplice fischio mettono un cascina un punto per parte per continuare la propria rincorsa ai playoff. Punto più prezioso per gli umbri, che hanno conluso il match in 10 per l'espulsione di Sgarbi.

Adesso il Pescara avrà 9 giorni per preparare la prossima partita, la trasferta di Carpi nel giorno di Pasquetta

La gara. In tribuna ad assistere alla sfida anche Giovanni Galeone. Pillon rischia Brugman, che negli ultimi 8 giorni ha lavorato in gruppo solo nella parte finale della rifinitura di ieri, e lo schiera mezz'ala con Brugman play e Crecco fuori dall'undici. Ci sono Ciofani e Perrotta in difesa, con Sottil confermato nel tridente. Monachello, acciaccato, nemmeno in panchina. Nel Perugia, mister Nesta si affida a Sadiq e Vido in avanti con gli ex Verre, Carraro e Gyomber regolarmente in campo. Solo panchina per Federico Melchiorri. 

Partita che inizia a ritmi bassissimi, con qualche sbadiglio per i pochissimi intimi dell'Adriatico. Più possesso palla per i padroni di casa, ma occasioni zero nei primi 15 minuti di gioco. La prima vera conclusione è datata 19' ed è un tiro da fuori dell'ex Verre che si spegne sul fondo. Eisponde un minuto dopo il Pescara con una bella verticalizzazione di Mancuso per il taglio di Marras, che però calcia debolmente tra le braccia di Gabriel. Si rende pericoloso dagli sviluppi di un corner il Perugia al 24', ma Carraro non ha un buon impatto con la sfera dopo la torre di sadiq e vanifica la chance. Al 26' ci prova Vido con un pallenetto, Fiorillo fa buona guardia e non si lascia sorprendere. Cresce di tono la manovra ospite, con il Pescara che al maggiore possesso palla non riesce ad ottenere una conseguente e proporziale pericolosità. Al 29' Pescara in vantaggio: la barriera umbra respinge un calcio di punizione da ottima posizione di Brugman proprio sui piedi di Ledian Memushaj che lascia partire una sassata micidiale che si insacca alle spalle di Gabriel. Il Perugia sembra non reagire con veemenza e lucidità, consentendo al Pescara di gestire spazi ed energie senza patire. Al 39' Memushaj prova a pescare un nuovo jolly, ma la sua conclusione termina sul fondo. Non accade altro degno di nota sino all'intervallo e dunque negli spogliatoi si va con i biancazzurri in vantaggio per 1-0. 

Si riparte con una sostituzione nel Perugia, con Bianco per Carraro. Nonostante il punteggio cambiato, il copione tattico non sembra molto dissimile da quello dei primi 45'. Al 9' secondo cambio per il Grifo: in Falzerano, out Kingsley. Al minuto 11 Ciofani conclude una bella trama orchestrata sull'out di destra ma trova una deviazione determinante di un avversario a negargli la gioia del gol. Al 18' Brugman dal cuore dell'area di rigore umbra ha la grande occasione per il 2-0, ma il suo calcio al volo termina altissimo sopra la traversa. Peccato. Al 23' Ciofani salva sulla line ala palla del potenziale pari ospite: dagli sviluppi di un corner, la palla attraversa tutto lo specchio della porta di Fiorillo con l'unica deviazione all'altezza del palo opposto alla zona di battuta che viene respinta dal terzino di casa (con la complicità del montante). Il gol è nell'aria e Vido con un colpo di testa scavalca Fiorillo e sigla l'1-1 (26'). Tutto da rifare per il Pescara. Scognamiglio in proiezione offensiva ha sulla testa la palla dell'immediato sorpasso, ma l'inornata, comunque da posizione defilata, termina fuori. Al 32' Bruno rimedia il giallo che, causa diffida pendente, gli costa la trasferta di Carpi. Medesima sorte capiterà a Scognamiglio e dunque Pillon avrà da fare i conti con una nuova emergenza a Pasquetta. Brugman intanto ha finito la benzina ed è costretto a lasciare il suo posto a Crecco. Al 36' Bruno salva un gol praticamente fatto di Vido, che si dispera. Al 37' Perugia in 10': espulso Sgarbi per doppia ammonizione. Nesta inserisce immediatamente un difensore, El Yamik, per Verre mentre Pillon getta nella mischia Bellini per Sottil. Al 43' ultima sostituzione nel Pescara, con nessun però aggiustamento tattico: entra un terzino, Balzano, per un altro esterno basso, Ciofani. I biancazzurri provano il forcing per tutta la parte finale di gara, recupero incluso, ma non c'è nulla da fare: al triplice fischio è 1-1. 

Il tabellone: 

PESCARA-PERUGIA 1-1

MARCATORI: 29'pt Memushaj (Pe), 26'st Vido (Pg)

PESCARA:  Fiorillo; Ciofani (43'st Balzano), Perrotta, Scognamiglio, Del Grosso; Memushaj, Bruno, Brugman (33'st Crecco); Marras; Sottil (38'st Bellini), Mancuso.  All. Pillon

PERUGIA: Gabriel; Rosi, Gyomber, Sgarbi, Mazzocchi; Kingsley (9'st Falzerano), Carraro (1'st Bianco), Dragomir; Verre (38'st El Yamik); Sadiq, Vido.  All. Alessandro Nesta

AMMONITI: Perrotta, Sottil , Bruno, Scognamiglio (Pe)

ESPULSI: Sgarbi (Pg) per somma di amminizioni

ARBITRO: Rapuano di Rimini

Commenti

Insigne e il Pescara: "Ero del Crotone, poi..."
Sebastiani: "Non sono geloso di Pillon, sui cori contro il sottoscritto dico.."