Prima squadra

Pescara-Livorno, una partita e mille storie...

Contro il Livorno per centrare la prima delle 2 vittorie. E poi per sperare

26.07.2020 00:08

A CURA DI RICCARDO CAMPLONE - Pescara, contro il Livorno per centrare la prima delle 2 vittorie Lunedì si tornerà subito in campo contro un Livorno senza idee e già retrocesso Mancano 180 minuti alla fine del campionato e molti verdetti sono ancora rinviati. Il Crotone ha raggiunto aritmeticamente la Serie A, dopo il 1-5 a Livorno ed in concomitanza il pareggio dello Spezia a Cremona. I labronici di Filippini faranno tappa a Pescara contro una squadra in piena crisi e reduce dalla pesantissima sconfitta del Provinciale contro il Trapani, che nonostante i problemi societari ed i punti di penalizzazione in classifica, crede ancora nei play-out. Il Pescara ha nuovamente dimostrato che al primo schiaffo subìto non è in grado di reagire, una squadra che fatica a trovare la via del gol e con una posizione di classifica che nessuno si sarebbe mai aspettato. Ad ottobre qualcuno disse <<quando sento parlare di salvezza mi viene l’orticaria>> pensando di poter disputare un torneo con l’obiettivo play-off, quando in realtà non si è stati in grado a gennaio di sostituire un attaccante degno di nota al posto dello sfortunato Tumminello. La partenza di Machin ha ulteriormente indebolito la rosa, con Galano che non è più riuscito ad andare in gol come nel girone d’andata, basti pensare che da gennaio ad oggi il “Robben di Puglia” è andato a segno solo 3 volte, ovvero contro Pordenone, Crotone e Perugia.

LIVORNO, UNA SQUADRA CHE NON HA NULLA DA PERDERE: Con gli amaranto già retrocessi e senza obiettivi il Pescara potrebbe approfittare del morale dei ragazzi di Filippini, ma nel calcio mai dire mai così com’è successo contro il Trapani, che sembrava una squadra spacciata ma ha avuto la reazione d’orgoglio per continuare a sperare, quella reazione che manca al Pescara ed una vittoria che non arriva addirittura dal post-lockdown, con il successo interno sulla Juve-Stabia per 3-1. I risultati arrivati ieri sera hanno complicato la corsa salvezza dei biancazzurri, con la vittoria esterna del Perugia sul campo dell’Entella per 0-2 (Oddo è tornato nuovamente sulla panchina degli umbri dopo l’esonero di Cosmi), il rocambolesco pareggio dell’Ascoli contro il Pordenone (2-2 con i friulani in vantaggio di 2 reti), la vittoria del Cosenza in casa contro il Pisa per 2-1, con questo risultato i calabresi sono a -2 proprio dal Pescara ed il successo del Venezia per 1-0 sulla Juve-Stabia.

I PRECEDENTI RECENTI DI PESCARA-LIVORNO: Negli ultimi 10 anni Pescara e Livorno si sono affrontate ben 5 volte, con 3 vittorie dei biancazzurri e due successi esterni degli amaranto. Il primo precedente risale al 7 maggio 2011 con i labronici di Novellino vittoriosi contro la squadra di Di Francesco, decisiva la “papera” di Pinna al 14’. Il secondo precedente è datato 14 aprile 2012, quando il centrocampista toscano Piermario Morosini si accasciò sul manto dell’Adriatico a causa di un problema cardiaco. Prima del dramma gli ospiti passarono in vantaggio dopo 15’ di gioco per 0-2 grazie alle marcature di Dionisi e Berlinghieri. La gara venne recuperata il mese successivo con il risultato che rimase invariato. Il terzo precedente risale al 2016 con Oddo sulla panchina degli abruzzesi, al debutto.  Il 16 maggio 2015, a una sola giornata dal termine del campionato di Serie B, Oddo subentra all'esonerato Marco Baroni assumendo la guida tecnica della prima squadra, panchina che fu anche del padre Francesco dal 1994 al 1996, primo caso nella storia del calcio professionistico italiano in cui padre e figlio abbiano allenato la stessa squadra. Il 22 maggio vince lo scontro diretto contro il Livorno scavalcando in classifica i labronici e l'Avellino, sconfitto in casa del già retrocesso Brescia, portando il Pescara ai play-off (poi persi in finale a Bologna).

Poi, l'anno dopo, vantaggio ospite con un colpo di testa di Moscati, la rimonta abruzzese avvenne con 2 rigori trasformati prima da Cocco poi da Caprari. Al termine di quella stagione il Pescara salì in Serie A dopo aver vinto i play-off, mentre il Livorno retrocesse in Serie C. L’ultimo precedente è datato 2 settembre 2018: il Pescara di Pillon vinse per 2-1 grazie alla doppietta di Andrea Cocco dagli 11 metri, a nulla servì il gol della bandiera di Porcino.

PESCARA-LIVORNO 0-1 (SERIE B 2010-11)

PESCARA-LIVORNO 0-2 (SERIE B 2011-12)

PESCARA-LIVORNO 3-0 (SERIE B 2014-15)

PESCARA-LIVORNO 2-1 (SERIE B 2015-16)

PESCARA-LIVORNO 2-1 (SERIE B 2018-19)

Commenti

L'Acqua&Sapone mette la ciliegina sulla torta nerazzurra
Ritiro a oltranza per i biancazzurri