Prima squadra

Sebastiani: "Prova di carattere e orgoglio ad Ascoli. Su deferimento e mercato..."

Le parole del presidente a Rete8

08.10.2019 16:11

Il presidente biancazzurro Daniele Sebastiani è tornato a parlare per la prima volta dopo il lutto che lo ha colpito e dopo la vittoria del suo Pescara ad Ascoli. Lo ha fatto a Rete8 durante il tg. Ecco gli spunti principali di quanto dichiarato da Sebastiani:

"Sono più rilassato dopo Ascoli, è evidente che dopo una prestazione come quella col Crotone un minimo di preoccupazione ti viene ma devo dire che sia il mister sia la squadra hanno dato una prova di grande carattere e orgoglio notevole portando a casa una vittoria e un risultato storico per noi. E' stata una vittoria meritata, siamo stati bravi a capitalizzare le due occasioni che abbiamo avuto. La questione deferimento? Di fatto è una cosa veramente assurda, scaturita dalla denuncia di un personaggio che alla società del Pescara dovrebbe baciare dove cammina. Non c'è problema, comunque", entrando poi nel dettaglio del trasferimento di Machin a Parma dello scorso gennaio. "Nell'udienza che ci sarà presso il procuratore federale avrò la possibilità di ridichiarare quanto già fatto, con le prove e le pezze d'appoggio. Il Pescara non ha tirato fuori un centesimo di commissioni a nessuno per la cessione di Machin, altri interessi non vedo come ce ne possano essere. E' evidente che questa cosa è strumentale. Credo anche che un procuratore, se si definisce tale, per parlare e proporre un giocatore deve avere una procura firmata e questo non mi pare ci sia stato, quindi il giocatore era libero di andare dove voleva e con chi voleva. Mercato di gennaio? Aspetterei, abbiamo attualmente 3 attaccanti, cioè Maniero, Brunori e Borrelli, di cui il mister è contento. Poi a gennaio se ci sarà da fare qualcosa, come abbiamo sempre fatto, non ci tireremo indietro"

Commenti

Ecco tutte le statistiche di Ascoli-Pescara 0-2
Ex: Giampaolo via, Baroni torna in panchina