Prima squadra

È capitan Brugman il primo marcatore dell'anno (8-1 al Delfino FP)

Prima sgambata stagionale a Palena

21.07.2019 16:50

Sotto gli occhi attenti del presidente Daniele Sebastiani e del d Giorgio Repetto, il nuovo Pescara targato Luciano Zauri è stato "tenuto a battesimo" dai cugini della Delfino Flacco Porto in quel di Palena. La prima sgambata stagionale è finita 8-1 con reti di Brugman su rigore,  Marras e Ta Bi nel primo tempo,  Borrelli, Di Grazia, Crecco, Tine Mori (Delfino FP), Cisco, ancora Di Grazia (su rigore stavolta), 

Il test è stato chiaramente poco indicativo, date le gambe pesanti dopo i primi carichi di lavoro, ma comunque utile per mettere minuti nelle gambe e iniziare ad oliare i primi meccanismi.

La gara. Mister Zauri sceglie come primo undici dell'anno Farelli tra i pali, difesa a 4 con Zappa, Celli, Bettella e Del Grosso, mediana con Brugman, Ta Bi e Busellato e tridente composto dagli esterni Di Grazia e Marras a supporto del centravanti Tumminello. Tanti i giocatori non in lista, alle prese con differenziato (ad esempio gli ultimi arrivati Campagnaro e Manoero).

Il Dlefino FP, al lavoro già da una settimana, è squadra con precisa identità e nella quale si vede l'ottima mano del tecnico Guglielmo Bonati, protagonista con il padron Paluzzi del doppio capolavoro dell'ultimo biennio (vittoria del campionato e salvezza anticipata in Eccellenza). Provo delle punte Saltarin e Alberico, mister Bonati ha proposto un 4-2-3-1 con l'ex Falso tra i pali, pacchetto arretrato composto da Pesce, Marcelli, Giannini e Marzucco, mediani Sichetti e Silveatri con prima punta Curri supportato dal trio di fantasisti D'Incecco, Ligocki e Teraschi. 

Dopo 5 minuti il Pescara sblocca il risultati, grazie a un rigore di Brugman che spiazza Falso (penalty procurato da Tumminello). Il raddoppio al minuto 9 è di Marras,. Ta Bi lascia intravedere buone doti tecniche (scheggia lantraversa con un bolide da fuori al 13', ad esempio), abbinate ad  un ottimo atletismo che tornerà comodo nel pur affollato centrocampo biancazzurro. A cavallo del 35' tripla prodezza di Falso in rapidissima successione (su Brugman, Tumminello, ancora parecchio macchinoso, e Di Grazia). Al 38' il migliore in campo, Ta Bi, sigla il tris biancazzurro al termine di una grande azione personale. È l'ultima emozione di un primo tempo che gli oltre 500 spettatori di Palena hanno gradito (3-0)

Girandola di sostituzioni nella ripresa su ambedue i fronti. Nel Pescara spazio a Ventola, Crecco,  Bunino, Elizalde, Borrelli, Ndiaje, Ciogani, Marafini, Cisco e Vitturini. 4-4-2 il modulo proposto da Zauri, con Elizalde terzino mancino e Farelli unico superstite del primo tempo. Al 10' il baby granatiero Borrelli apre le marcature, "imitato" al 13' da Di Grazia (rientrato in campo al posto di Bunino)  La gara perde inevitabilmente di interesse, con Il Delfino FP imbottito di giovani riserve sin da inizio ripresa. Dopo un paio di buone occasioni non concretizzate da Borrelli, il 6-0 porta la firma di Crecco, abile a chiudere l'azione sul secondo palo su interessante cross da destra. Al 25' accorcia Tine Mori, un minuto prima del ritorno in campo di Zappa in luogo di Ndiaje. Al 31', progressione sulla sinistra e cross telecomandato di Crecco per l'incognita di Cisco: 7a1 il parziale. Al 35' su rigore Di Grazia capitalizza l'occasione nata per il fallo su Marafini, sanzionato con la massima punizione. Non accade altro degno di nota: finisce 8-1. 

Commenti

Ufficiale: ecco i primi due rinforzi per l'AcquaeSapone
Ecco il nuovo main sponsor del Pescara