Prima squadra

Sebastiani: "Società? Entro fine estate ci saranno le firme dei nuovi soci"

"Colombo scelta giusta. Zeman? Io non ho mai pensato a lui"

23.06.2022 08:28

Tra società e mercato, è tornato a parlare il presidente biancazzurro Daniele Sebastiani e lo ha fatto, prima della presentazione di Colombo e Delli Carri, sulle colonne de Il Centro, dicendo cose assai interessanti. Ecco le principali dichiarazioni rilasciate al quotidiano abruzzese. Buona lettura!
Presidente Sebastiani, la documentazione per il prossimo campionato è pronta?
«Sì, abbiamo preparato tutto e siamo pronti per procedere».
A che punto è la trattativa per il rafforzamento della struttura societaria?
«Siamo a buon punto. Non serve correre ma vi ribadisco che entro fine estate ci saranno le firme. Possibilità? Lo ripeto ancora una volta: 100%. Chi entrerà prenderà il 50% delle mie quote che è il 35% di tutto il pacchetto».
Ma la fumata bianca slitta sempre. Non c’è da preoccuparsi?
«Assolutamente no, stiamo facendo le cose per bene e per me non c’è fretta. Qualora si fosse trattato di cessione completa, si sarebbero accorciati i tempi».
Espletate le pratiche per l’iscrizione resta un piccolo interrogativo sul girone. Presidente, dove sarà inserito il Pescara?
«Da quello che so io resteremo nel girone B. Al momento è così».
I primi giorni del mese di giugno sono stati quelli decisivi per la scelta del nuovo allenatore e non mancano dettagli importanti. Sebastiani, perché avete scelto Alberto Colombo?
«Eravamo d’accordo già dal 4 giugno quando lui è venuto a Pescara nel mio ufficio. Sia io sia il direttore Delli Carri siamo rimasti impressionati favorevolmente. Abbiamo dato delle certezze al mister al punto che lui ha rifiutato tutte le proposte che gli sono arrivate».
Però continuavate a parlare con Zeman.
«Io non ci ho mai pensato, Delli Carri ci ha parlato ma come ha fatto con altri allenatori. Per me dopo l’incontro del 4 giugno la scelta era fatta».
E quale deve essere l’obiettivo del nuovo campionato?
«Quello di ricostruire. Avremo tante novità in squadra e non abbiamo fretta di scegliere. Di sicuro non faremo proclami, ma proveremo a giocarci le nostre possibilità per centrare determinati obiettivi. Sarà una rosa di qualità composta da giovani e giocatori esperti». 
Chi proverete a portare a Pescara?
«Delli Carri ha una lista di tanti giocatori. Il vero mercato inizierà la prossima settimana, ma proveremo a prendere sia l’attaccante Spalluto della Fiorentina che il centrocampista della Juventus Nicolussi Caviglia».
Che trattative saranno? «Non facili. Spalluto ha le caratteristiche giuste per noi, Nicolussi Caviglia al momento ha buone possibilità di finire al Sudtirol, ma siamo vigili».
Per l’attacco piacciono molto anche Gabrielloni e Gori?
«Il primo è un nome presente nella nostra lista, Gori lo scorso anno lo volevamo a tutti i costi ma ha scelto la B. Di sicuro è un buon giocatore e valuteremo».
In attacco nel Pescara di Colombo avete già una maglia assegnata per Borrelli?
«Il giocatore ha fatto molto bene lo scorso anno a Monopoli e sono arrivate delle offerte. Potrebbe partire e potrebbe partire anche Bocic. Il prossimo per noi sarà un anno di ricostruzione».
Anche per Sorrentino, Veroli e Delle Monache il mercato è in fermento?
«Per Sorrentino confermo che piace al Monza. Vedremo dalla prossima settimana. E tante attenzioni ci sono anche per gli altri due».
Il portiere Iacobucci ha detto che Pescara è la sua prima scelta, ma non può aspettare in eterno. Difenderà lui i pali del Pescara?
«Come faccio a rispondere ora? Dobbiamo vedere cosa farà Sorrentino. Se si dovesse concretizzare la partenza, Iacobucci è un bel profilo. Ma non possiamo rischiare di fargli fare per un altro anno il secondo».

Commenti

Grandi vittorie e una retrocessione amara: il Pescara 1992-93
Colombo: "Concretezza e risultati per riconquistare la piazza"