Prima squadra

Zauri: "Adesso subito testa alla Carrarese che è la cosa più importante"

"Si riparte tutti alla pari, inizia un nuovo campionato e speriamo che per noi sarà lunghissimo"

23.04.2022 19:37

C'è tanta, tantissima delusione in casa Pescara. Niente terzo posto e niente quarta piazza, il Delfino chiude la regular season in quinta posizione e affronterà in gara unica all'Adriatico la Carrarese domenica prossima.

Questa l'analisi di mister Zauri a Rete8 e in sala stampa: 

Ci aspettavamo una vittoria e non è arrivata, c'è poco da dire. Volevamo i 3 punti anche per iniziare più avanti il cammino playoff, ma adesso dobbiamo archiviare questa gara e guardare avanti. Adesso subito testa alla Carrarese che è la cosa più importante. Drudi? ha avuto un affaticamento muscolare e sarà da valutare. Nzita? Non giocava da tempo, ha fatto il suo e doveva ritrovare il ritmo. Dal punto di vista dell'impegno non posso dire nulla a lui e agli altri suoi compagni. Nzita si è giocato il posto in sostituzione di Frascatore fino alla fine con Rasi, quest'ultimo poi ha avuto un problema al piede e l'ho portato in panchina solo per onor di firma. Ci aspettavamo una gara difficile, l'Imolese è una buona squadra e le vanno fatti i complimenti. Gioca un buon calcio, al di là della posizione in classifica, e non lo pratica da oggi. In alcuni frangenti, soprattutto nel primo tempo, è stata più brava di noi. Mi è piaciuta la nostra reazione dopo lo svantaggio, nel secondo tempo abbiamo creato qualcosa in più rispetto al primo, facendo molto meglio noi di loro con l'occasione di Cernigoi e il palo di Clemenza, ma davanti alla porta avversaria potevamo e dovevamo fare di più. Se guardiamo le occasioni avute potevamo tranquillamente portare a casa una vittoria anche ampia. Avevo chiesto alla squadra di fare più punti possibili dal mio arrivo, ne abbiamo fatti 7 e non 9 contro squadre che hanno dato tutto perchè avevano bisogno di punti e ora conta pensare solo a domenica prossima e non al passato. Pensavamo di fare un'altra partita nel primo tempo, non ci siamo riusciti e bisogna vedere dove sono i demeriti nostri ed i meriti dell'Imolese. Noi ce l'abbiamo messa tutta, purtroppo non è bastato alla fine della fiera. Dovevamo avere più qualità in fase di costruzione e di palleggio, certamente. Ovviamente la responsabilità è la mia. Fino alla fine difenderò la squadra. Adesso dobbiamo azzerare tutto velocemente, nel calcio conta quello che si farà domani e non quello che si è fatto ieri. E' chiaro che se avessimo avuto 3 giorni di riposo in più era meglio, ma ora è così e dobbiamo pensare solo alla gara di domenica con la Carrarese. Si riparte tutti alla pari, inizia un nuovo campionato e speriamo che per noi sarà lunghissimo. Quando si è costretti a vincere per forza è più difficile rispetto a quando si gioca spensierati, ma dobbiamo puntare al massimo possibile. Sarà una partita durissima con la Carrarese, che farà di tutto per poter passare il turno esattamente come faremo noi, che abbiamo voglia di fare bene e migliorarci ancora”. 

Commenti

Blockhaus "stella" del Giro d'Italia. Vi ricordate la prima volta? La firma fu d'autore...
Squadra, Matteassi, vecchia gestione: Luca Cilli non le manda a dire al Pescara...