Prima squadra

Sebastiani risponde a Zeman: "Ha detto una grossa fesseria nel libro. Sa benissimo che.."

Circa quanto raccontato dal boemo nel suo libro autobiografico: "Ha scritto «Le mie bugie» probabilmente"

23.11.2022 00:08

Sta facendo assai discutere, a tutti i livelli e ad ogni latitudine, il libro autobiografico che Zdenek Zeman ha scritto con Andrea Di Caro, vice direttore della Gazzetta dello Sport  “La bellezza non ha prezzo” (Rizzoli , €18,50), del quale vi abbiamo parlato in anteprima (LEGGI QUI). Si parla, e tanto,anche di Pescara e del Pescara, non solo della Zemanlandia biancazzurra del trio Verratti-Immobile-Insigne ma anche di come avvenne l'esonero al suo ritorno nel giorno delle lelezioni del 2018. 

In soldoni: Zeman racconta che, dopo la sconfitta con il Cittadella, doveva tornare a Roma dal figlio che si stava curando un cancro con la chemioterapia, secondo la sua versione. «Lo sapevano tutti», scrive. Ma il presidente Sebastiani ordinò di tornare tutti insieme a Pescara per una riunione che si sarebbe dovuta tenere il giorno dopo. Zeman non resistette al richiamo del figlio, non lo vedeva da diverse settimane e andò a Roma, disertando la riunione. «Sebastiani approfittò della mia assenza definendola “ingiustificata e non comunicata”. Prima mi multarono e poi mi esonerarono», è la ricostruzione del boemo. Ai microfoni di Rete8, nel post Turris, a esplicita domanda del collega Enrico Giancarli sulla vicenda, il presidente Daniele Sebastiani ha risposto così:

“Ha scritto «Le mie bugie» probabilmente Zeman, perchè sa benissimoil motivo per il quale è stato esonerato. In quel giorno, basta andare a vedere, c'erano le votazioni e lui non è voluto tornare e si è portato dietro tutto lo staff argomentando sul fatto che doveva andare a votare.Io avevo convocato una riunione l'indomani e poi sarebbero partiti, visto che stavano a Roma ci avrebbero messo due ore a tornare a casa e li avrei fatti anche accompagnare. Mi dispiace perchè ha detto una grossa fesseria e sa benissimo che ad inizio campionato , quando il figlio si è ammalato, gli ho dato la massima disponibilità a fare tutto quello che voleva, per cui ha scritto una grande fesseria e una grande bugia. Ma d'altronde purtroppo Zeman è così: vinco io, perdete voi”. 

IMMAGINE DI ARCHIVIO

Commenti

Strategie e primi nomi in vista del mercato di gennaio
Designato l'arbitro della Partitissima Pescara-Catanzaro