Altri sport

Ufficiale, Ciccone vola alle Olimpiadi. "Un sogno che si realizza"

Si amplia la pattuglia abruzzese per Tokyo

Redazione Ps24
29.06.2021 08:30

La notizia era nell'aria da tempo, ma da ieri sera è anche ufficiale: Giulio Ciccone parteciperà ai Giochi Olimpici di Tokyo. Nella giornata di ieri il c.t. Davide Cassani ha diramato la lista degli Azzurri precettati e, come da facile pronostico, il campione di Brecciarola è regolarmente presente nel quintetto di atleti che parteciperà alla prova su strada, che si correrà sul circuito attorno al monte Fuji sabato 24 luglio. “Che bello, che onore. Un sogno che si realizza”, ha commentato via social subito dopo Giulio Ciccone. “Rappresentare il mio paese nei prossimi Giochi Olimpici a Tokyo è una soddisfazione enorme. Una di quelle che lasciano un segno indelebile”. Il fuoriclasse della Trek-Segafredo ha poi dato così appuntamento, sempre sui social, agli altri precettati da Cassani: “Damiano Caruso, Vincenzo Nibali, Alberto Bettiol e Gianni Moscon, ci vediamo presto in maglia azzurra!”.

 Ciccone, alla prima partecipazione alla rassegna a cinque cerchi olimpici, sembra avere le caratteristiche adatte per l'appuntamento di fine luglio e già lo scorso anno, quando in realtà senza lo scoppio della pandemia si sarebbe dovuta tenere l'edizione XXXII dell'Olimpiade, era dato tra i papabili non solo per la convocazione ma addirittura per la vittoria finale. Vedremo tra meno di un mese se gli esperti avranno avuto ragione ad accreditarlo come uno degli uomini più insidiosi. Di certo la concorrenza per l'oro (che nel ciclismo all'Italia manca dal 2004, quando trionfò Bettini ad Atene) non manca, anche all'interno dello stesso team azzurro: Vincenzo Nibali, oltretutto compagno di squadra di Ciccone nella Trek-Segafredo, non andrà in vacanza in Giappone e tra i due c'è stato qualche piccolo dissapore, già rientrato, durante il Campionato Italiano di giugno quando lo Squalo di Messina aveva condotto l'inseguimento a Oss e proprio al ciclista teatino. Acqua passata, come ha fatto capire anche il c.t. Cassani: adesso l'obiettivo è quello di portare un Azzurro sul podio olimpico, senza egoismi ma con piena condivisione di strategie e tattiche di gara. “Le sensazioni sono buone”, le parole di Cassani. “Non siamo i favoriti ma possiamo fare molto bene. Il capitano? Non l'ho ancora deciso, lo stabiliremo insieme alla squadra direttamente a Tokyo”. Dopo la corsa in Giappone, Ciccone avrà poco tempo per riposarsi perchè dal 14 agosto al 5 settembre sarà il capitano della sua equipe alla Vuelta di Spagna, dove punterà al massimo.

Per il ciclismo abruzzese le soddisfazioni non finiscono qui: Marta Bastianelli sarà la punta della Femminile mentre Pierpaolo Addesi di Torrevecchia Teatina è stato precettato per le Paralimpiadi. Con lui c'è anche Andrea Tarlao che corre per il Team Go Fast di Roseto. 

Commenti

L'Amatori Pescara prende il primo straniero: ed è un big
Pericolo rientrato, il Teramo si è iscritto