Altri sport

Iannone: "Ho subito l'ingiustizia più grande"

"Mi hanno strappato il cuore, ma non mi arrendo"

11.11.2020 07:39

"Ho subito la più grande ingiustizia che potessi ricevere. Mi hanno strappato il cuore separandomi dal mio grande amore". Andrea Iannone, via Instagram, ha commentato così lo stop di 4 anni deciso dal Tas per doping. "Le motivazioni sono prive di senso logico e con dati di fatto sbagliati. Per questo ci sarà luogo e tempo opportuni... perché di certo non mi arrendo" promette il pilota della MotoGp.
    "Sapevo di affrontare i poteri forti, ma speravo. Speravo nell'onestà intellettuale e nell'affermazione della giustizia - prosegue Iannone - In questo momento soffro come di più non potrei. Ma chi ha cercato di distruggere la mia vita, presto capirà quanta forza ho dentro il cuore. La forza dell'innocenza e soprattutto... la coscienza pulita. Una sentenza può modificare gli eventi, ma non l'uomo". (ANSA).

Commenti

La Nazionale azzurra tornerà in Abruzzo
"Caso" Oddo: Procura Federale al lavoro