Prima squadra

Il calendario per blindare il terzo posto ed essere la miglior terza dei 3 gironi

Arrivare dietro le calabresi con tanti punti potrebbe giovare agli spareggi

10.02.2023 00:01

Nei prossimi due mesi si deciderà il posizionamento nella griglia playoff di un Pescara che è ripartito dopo il 5-0 al Potenza. Messi già in archivio, con ingenti perdite, gli scontri con Avellino, Crotone e Foggia, di gare che possono definirsi scontri playoff in questa regular season ne restano poche e le principali due saranno a cavallo del cambio di mese: la sfida di Cerignola (attuale quinta in classifica) del 25 febbraio e quella dell'Adriatico con la Juve Stabia (ottava), ultimamente assai blabettante. Prima ci saranno le gare con il fanalino di cosa Andria, la prossima come noto, e la partita interna col Giugliano, che rincorre il treno playoff ma che chiaramente sulla carta è abbordabile nonostante un cammino all'Adriatico non entusiasmante (tenue eufemismo) dei biancazzurri. La doppia trasferta consecutiva in casa di Gelbison e Messina (12 e 15 marzo) apriranno una settimana da 3 gare in 8 giorni, che culminerà con la partita contro la Turris dell'ex Maniero. Successivamente, la trasferta di Catanzaro, quella che poteva essere la partitissima dell'anno e che invece non lo sarà, darà il via al rush finale di stagione regolar eche prevede la gara interna con il Francavilla, la trasferta di Taranto, la sfida all'Adriatico col Monopoli e la chiusura del girone in casa del Picerno. Le ultime due gare sono contro coloro che oggi occupano la settima e la sesta posizione in una graduatoria che vede in 6 punti, dai 39 del Foggia quarto ai 33 del tandem Taranto-Latina, ben 10 squadre. Il livello qualitativo del girone è dunque livellato verso il basso, tolte le 3 battistrada, e dunque per il Pescara la possibilità concreta è quella di blindare il terzo posto con ampio punteggio in classifica per garantirsi la possibilitàò di essee la miglior terza di tutti e 3 i gironi di C. Per farlo, però, serve dare continuità all'ultimo acuto. I numeri parlano chiaro e dicono che:

Sono stati collezionati solo 11 punti nelle ultime 12 gare,frutto di 3 vittorie, 2 pareggi e 7 sconfitte. 2 vittorie e 1 ko nelle ultime 3 gare all'Adriatico, 3 clean sheet nelle ultime 4 gare complessive. In totale in campioanto sono stati realizzati 39 gol, mentre quelli incassati sono stato 28 (differenza reti pari a +11). Confrontando questa stagione alla scorsa, pur al netto di differenza di girone, in questo momento dell'anno il Pescara targato 2021-2022 era quinto in classifica a braccetto con Virtus Entella e AnconaMatelica con 45 punti con 41 gol fatti e 30 subiti in 12 vittorie, 9 pareggi e 5 sconfitte. Il Pescara 2022-23 è terzo a 46 puntigrazie a 14 vittorie, 4 pareggi e 8 sconfitte (come detto, sono 39 gol all'attivo e 28 quelli al passivo) Dunque, ad oggi si ha appena 1 punto in più in classifica rispetto all'anno scorso di questi tempi. L'ultimo dato da fornire è quello anagrafico: la rosa attuale è più giovane (25 anni di media nel 2021-2022,  24 anni per la truppa di Colombo) 

Commenti

L'aneddoto pescarese di Pasquale Marino: "Per Politano accantonai Cutolo"
Designato l’arbitro di Fidelis Andria-Pescara