Prima squadra

Juve Stabia-Pescara 2-1, le pagelle dei biancazzurri

Serata amara per molti, quasi tutti

30.10.2019 08:45

Il Menti di Castellammare e le vespe stabiese fanno piangere ancora il Delfino. Serata amaraper i biancazzurri, che pure erano passati in vantaggio e non erano andati sotto in avvio su calcio di rigore. Poche le note liete. 

KASTRATI 6 Tra i pali non è male e lo testimonia dagli undici metri, neutralizzando il penalty di Forte, ed in altre due o tre circostanze insidiose. Ma nelle uscite è troppo spesso da brividi, per tempi e modi

CIOFANI 5 Anche lui compartecipe della serata non eccezionale della squadra in generale e della retroguardia in particolare. Prova a dare una mano in fase offensiva, ma non è un cursore doc. E lascia in 10 i suoi prima del forcing disperato

SCOGNAMIGLIO 5,5 Ingaggia un duello molto fisico con Forte e non ne esce spesso vincitore. Ha smarrito la pericolosità sulle palle inattive offensive, arma che deve ritrovare al più presto per il bene collettivo

BETTELLA 6 Tra gli ultimi ad arrendersi. Averlo recuperato è importante, può e deve fare comunque di più

MASCIANGELO 5,5 Serata non eccezionale la sua, non la prima. L'impegno e la generosità non mancano, ma non sono sufficienti

INGELSSON 4,5 Un vero oggetto misterioso. Il suo apporto non è affatto positivo in nessuna delle due fasi. Era l'unica mezz'ala di ruolo disponibile, ma ha fatto rimpiangere tantissimo Memushaj

PALMIERO 5,5 Schermato alla perfezione da Carlini in particolare, non riesce a prodursi nelle verticalizzazioni e nelle aperture che sono il suo marchio di fabbrica. E non prende per mano la squadra. Parecchio nervoso, rischia spesso il doppio gialloprima di essere avvicendato

BUSELLATO 6 Un lottatore, dinamico e presente nelle due fasi. La sua intesa con Galano è ottima, prova a fare anche l'incursore e l'assist per il vantaggio ne è la prova. Prova a "cantare e a portare la croce", riuscendoci

MACHIN 6 Sufficienza abbastanza stiracchiata. Prova spesso ad accendere la luce, invano. 

GALANO 6,5 Il milgiore dei suoi. Gol a parte, il quinto in campionato, è quello più pericoloso e intraprendente. Quando in serata è spesso imprendibile ed è l'unica vera risorsa offensiva della squadra

BORRELLI 5,5  Fa a sportellate continue con i centrali stabiesi esattamente come aveva fatto con quelli sanniti 3 grioni prima. Lotta e si dà da fare, ma gioca come centravanti boa spalle alle porta e il suo rendimento in termini di pericolosità è quindi da rivedere

DI GRAZIA 5,5 Si attendeva da lui quel cambio di passo e quella imprevedibilità che era mancata sino al suo ingresso. Si accende troppo ad intermittenza, ma la luce è fioca e il tempo nel quale non incide è lungo

PAVONE 6 Al debutto tra i professionisti, il gioiellino della Primavera prova a fare il suo. Ma non è lui che deve risolvere i problemi...

MANIERO s.v. Assolutamente tardivo il suo ingresso. Ha anche una palla buona, sulla quale arriva tardi di un soffio. Ma con pochissimi minuti a disposizione, 1 più maxi recupero, non può avere responsabilità

ZAURI 5 Le scelte Kastrati e Ingelsson, comunque obbligate, non pagano. Ma il voto negativo è per la lettura della gara e per i cambi, assolutamente tardivi. Parte con il modulo che aveva dato certezze e chiude con uno super offensivo, passando nel mezzo per un altro assetto: cambiare in corsa ci sta, ma il costrutto è stato poco. Ed il suo Pescara ben poco pericoloso nel momento dell'assedio, un paio di occasioni a parte

Commenti

Fabio Morselli, fare bene a Rende per tornare a Pescara da protagonista
IL PESCARA CADE NEL TURNO INFRASETTIMANALE