Prima squadra

Cambio di programma per il ritiro estivo del Pescara?

A Lucoli qualche problema, Palena pronta ad accogliere i biancazzurri

21.06.2019 11:46

Modifiche al programma precampionato del Pescara? Possibile. In precedenti articoli vi avevamo anticipato la circostanza che la presenza ai biancazzurri a Palena e Lucoli potrebbe avere uno svolgimento diverso da quello ufficializzato un mese e mezzo fa circa dal club, con il soggiorno nella sede del ritiro degli ultimi 3 anni che poteva essere anticipato ed allungato (dal 14 al 26 e non più, dunque, dopo i 15 giorni di Lucoli). Zauri, che conosce bene Palena per avervi sostenuto il ritiro del Delfino come membro dello staff di Oddo, apprezza le strutture e l'impiantistica locale mentre sembrano essere sorti alcuni problemi per il soggiorno a Lucoli. Su quest'ultimo aspetto ha cercato di fare chiarezza Il Centro in un articolo pubblicato ieri nell'edizione cartacea del giornale abruzzese. Ecco quanto evidenziato: 

"Lo scorso 10 maggio il Pescara ha annunciato di aver scelto Lucoli come sede del ritiro precampionato, ma il programma rischia di subire modifiche. Il campo principale dove dovranno allenarsi i biancazzurri non è pronto, anche se si sta lottando contro il tempo per renderlo fruibile entro il 14 luglio, giorno in cui si svolgerà la prima seduta. Il club ha sottoscritto un accordo con la società Le Mine s.r.l. di Augusto Ippoliti e Andrea Sbardella che gestisce l’Hotel Vecchia Miniera e l’impianto adiacente per far svolgere la preparazione nel piccolo centro dell’Aquilano per quindici giorni (dal 14 al 29 luglio). Dunque, restano poco più di tre settimane per sistemare il manto erboso.
Da Lucoli fanno sapere che il programma verrà rispettato. «Il 14 consegneremo il campo in condizioni perfette», assicura Marco Compagni, uno dei gestori della struttura, «purtroppo, a causa del maltempo abbiamo accumulato due settimane di ritardo nei lavori, ma stiamo recuperando in fretta e ospiteremo il Pescara senza problemi. Ringraziamo anche il sindaco Valter Chiappini e il Comune di Lucoli per il supporto». La preparazione del terreno di gioco è curata dalla ditta Idee Verdi di Pierluigi Cianci, l’agronomo che negli ultimi anni si è occupato anche della manutenzione del manto erboso dell’Adriatico-Cornacchia con ottimi risultati. Cianci spiega le cause che hanno rallentato la messa a punto del campo di Lucoli. «Le cattive condizioni meteorologiche nel mese di maggio hanno provocato un rallentamento della tabella di marcia», afferma Cianci, «in pochi lo sanno, ma all’inizio del mese scorso sul campo di Lucoli c’erano 12 centimetri di neve. L’imprevisto ha provocato ritardi. In ogni caso, quasi sicuramente faremo in tempo a consegnare il terreno di gioco in perfetto stato il 14 luglio. Sul campo principale l’erba sta nascendo e ovviamente dovrà irrobustirsi. A fine mese il terreno sarà verde e ben radicato, poi completeremo i lavori. Al contrario, sull’altro campo che ha dimensioni ridotte non ci sono preoccupazioni». Lunedì ci sarà un altro sopralluogo, poi si deciderà se i biancazzurri svolgeranno l’intera preparazione nel paese che dista poco più di 15 chilometri dall’Aquila, oppure bisognerà stilare un programma alternativo. Non è escluso un ritorno a Palena per la prima settimana (dal 14 al 21 luglio) e in seguito il trasferimento a Lucoli
"

Commenti

Quando Pescara era una festa
Lutto: è morto un volto storico del calcio abruzzese