Prima squadra

I dettagli dei "Pescara bond"

L'operazione dovrebbe essere presentata domani in conferenza stampa

11.09.2018 00:32

Stanno arrivando i Pescara bond. Il progetto dovrebbe essere illustrato domani, mercoledì 12 settembre, nei minimi particolari in apposita conferenza stampa. La sottoscrizione consentirà al club di sostenere le spese per lo sviluppo e il rinnovamento del centro di allenamento “Poggio degli Ulivi”. Obiettivo: raccogliere 3 milioni. 

Sono cinque le offerte di mini-bond per gli investitori. 

Tipologia 1: Chiamata “ 500+ azzurro”, costa 500 euro e offre la possibilità all’acquirente-investitore di vedere inciso il proprio nome nella “Wall of Fame” al Delfino Pescara training center.

Tipologia 2: Costo a partire da 2.500 euro,  offre la possibilità all’acquirente-investitore di vedere il proprio nome inciso sulla ‘Wall of fame’ e di ottenere un “meet and greet” (incontri e saluti) con la squadra e due biglietti vip in tribuna d’onore.

Tipologia 3: Chiamata “5.000+ argento”, a quanto offerto dalla tipologia 2 aggiunge una maglia stagione 2018-19 firmata da tutti i giocatori e due inviti vip all’apertura del rinnovato Delfino Pescara training center.

Tipologia 4: prezzo a partire da 10.000 euro, offre, oltre a quello delle precedenti tipologie, anche due inviti “full immersion” al Poggio degli Ulivi con la prima squadra., ovvero la possibilità di trascorrere una giornata di allenamento con i biancazzurri con la messa a disposizione di tutto il materiale tecnico per svolgere una seduta. 

Tipologia 5: è chiaramente la più onerosa per l'invenstitore, ha un prezzo a partire da 25.000 euro ed è chiamata appunto  “25.000+platino”. Cosa offre? Il "pacchetto completo", ovvero quanto proposto nelle precedenti tipologie più due inviti per una trasferta di campionato (includono la partenza con la squadra nel giorno precedente alla gara con il charter, l’alloggio in hotel, il biglietto della partita e il viaggio di ritorno)

Obiettivi e altre info. Il Pescara intende raggiungere 3 milioni e l’importo minimo da raccogliere affinché la società emetta le obbligazioni è di 2 milioni (6 milioni quello massimo). Gli investitori riceveranno un interesse su base annua pari all’8% così suddiviso: 5% in contanti e 3% in credito del club spendibile per l’acquisto di abbonamenti, biglietti singoli o merchandising fino alla maturità del bond quando la totalità del capitale investito verrà ripagata. Previsto inoltre un bonus promozione del 25% (una tantum) che verrà pagato agli investitori in caso di promozione in serie A durante i termini dell'obbligazione. Prima del lancio pubblico, le persone interessate possono preregistrarsi collegandosi al portale www.tifosy.com/pescara a partire da mercoledì per ottenere un accesso prioritario alla pagina d’investimento.

Precedenti. Ad aprile del 2016 la Lega B ha stretto una collaborazione con la piattaforma Tifosy dando l’opportunità ai club di avere un nuovo strumento con il quale sviluppare progetti di natura sportiva, strutturale o sociale in condivisione e con l’aiuto dei propri appassionati-tifosi-investitori. Tifosy è la piattaforma di crowfunding specializzata nello sport, fondata dall’ex banchiere di Goldman Sachs e Morgan Stanley, Fausto Zanetton, in partnership con Gianluca Vialli. In Italia il Frosinone è stata la prima squadra italiana ad aver concluso con successo il lancio di un mini-bond con tale piattaforma: la campagna si proponeva di raccogliere 1 milione di euro ma ha superato le aspettative toccando il tetto di 1,5 milioni (fondi destinati alla realizzazione delle opere accessorie del nuovo stadio Stirpe, come il "Frosinone Village"). Anche il Carpi ha lanciato un progetto con Tifosy, con obiettivo molto meno ambizioso rispetto a quello di Pescara e Frosinone: raggiungere il target di €20,000 che servirà a costruire una nuova FanZone allo Stadio Cabassi: la #FanZoneBiancoRossa

Il Poggio, la situazione. "Lo scorso febbraio il massimo azionista del Pescara aveva annunciato l’imminente acquisizione del centro sportivo, ma il passaggio definitivo dal proprietario, Giuseppe De Cecco, al club biancazzurro non è stato ancora ratificato. In realtà la trattativa per il passaggio di proprietà va avanti da oltre due anni. Nei mesi scorsi Sebastiani e De Cecco hanno siglato un contratto preliminare e il Pescara si è impegnato ad accollarsi il leasing esistente sulla struttura entro il 31 luglio. Tuttavia, la firma dell’accordo definitivo non è stata ancora sottoscritta. Quindi, dal 1 agosto, è partito automaticamente un nuovo contratto di affitto della durata di cinque anni e la società, almeno per ora, sta pagando a De Cecco un canone di poco inferiore ai 20.000 euro al mese", ricorda Il Centro

Commenti

Sulle orme di De Sanctis: Francesco Galante si racconta
Eccellenza Abruzzo: Sambuceto, AcquaeSapone e Angolana ok. Vanno ko Delfino Flacco e Penne