Settore giovanile

Dal Pescara al Francavilla, passando per il Torino: la storia di Francesco Mele

Verratti come idolo, Iervese come maestro

08.11.2017 00:15

Ripartire da casa per spiccare il volo. E', in estrema sintesi, la storia di Francesco Mele, ex play e capitano del Pescara Primavera che è tornato nella sua Francavilla per provare a scalare le gerarchie del calcio italiano.

Nel gennaio scorso, fece storcere il muso a molti la sua cessione al Torino a margine dell'affare Bovo. Era tra i più fulgidi talenti del vivaio pescarese, i granata non se lo fecero scappare. Ma, nonostante una buona seconda parte di stagione con i baby del Toro, a fine anno niente contratto. E, dopo tanti abboccamenti con squadre di Lega Pro, il ritorno nella sua Francavilla. Un onore ed un onere rappresentare i colori della propria città, ma per Mele il trasferimento è anche una prova con se stesso: diventare propheta in patria per ritornare il prima possibile tra i professionisti per ripercorrere, forse, le gesta dei suoi predecessori in biancazzurro, Verratti ("Il mio idolo, non ho mai avuto modo di parlarci e mi piacerebbe avere la sua maglietta") e Torreira.

Non è pentito di aver lasciato Pescara per Torino. E forse nemmeno poteva. "Mi sono trovato benissimo là, sia con i compagni che con i direttori. Se poi qualcosa non è andata per il verso giusto è stato solo per colpa mia", dice con estrema umiltà e con una maturità inconsueta per un 19enne. "Ma non ho nulla da rimporverarmi", aggiunge per chiarezza. Tre panchine in Serie A con i biancazzurri, all'epoca Oddo. "All'Olimpico contro la Roma ebbi i brividi, più della volta a Palermo o a Bergamo dove pure iniziai la fase di riscaldamento. Ma non debuttai", ricorda. 

Ma è il passato, il presente si chiama Francavilla. E in giallorosso ha ritrovato un tecnico importantissimo per la sua formazione, Pierluigi Iervese. Insieme hanno condiviso pagine importanti nel settore giovanile pescarese, insieme vogliono portare in alto il Francavilla. 

 

 

Commenti

Lo sportivo abruzzese dell'anno 2017 è Paolo Nicolai
Di Biagio vs Zeman: ufficiale l'amichevole Under 21 - Pescara