Prima squadra

Zeman: "Non sono preoccupato. Ma dobbiamo imparare il concetto di squadra"

Anticipata di un giorno la conferenza del tecnico boeo

12.10.2017 14:43

Antivigilia di Parma - Pescara, prende la parola Zdenek Zeman. E lo fa, dunque, un giorno prima rispetto al consueto.

Zeman cerca di stemperare la preoccupazione che serpeggia in città sul suo Pescara: “In campo giochiamo diversamente rispetto a quello che proviamo. Ma non sono preoccupato. Spero di vedere la domenica quello che facciamo in settimana e Parma è una bella opportunità: nostri giovani avranno la possibilità di confrontarsi con giocatori esperti. Tra due mesi saremo diversi. E' il concetto di squadra che dobbia imparare. I campionati si decidono negli ultimi due mesi"

Sulla sfida del Tardini: "Il Parma è una squadra esperta, abituata alla categoria superiore. Segnano da palla inattiva segnale di grande esperienza con i difensori centrali che hanno segnato 5 gol".

Sulle assenze: "Stiamo abbastanza bene. Resteranno fuori Bovo, Campagnaro e ovviamente Proietti. Palazzi non ha i 90′ ma è utilizzabile. Perrotta è pronto"

Le scelte: è arrivata l'ora di Ganz e Mancuso? "È a disposizione. Da valutare se è più utilile dall’inizio o a partita in corso. Contrasti con i giocatori? No, io se dico qualcosa è anche e soprattutto per motivare. Campionato equilibrato. Mancuso? È a posto e a disposizione, non ha i 90 minuti ma è un ragazzo generoso e darà tutto quello che ha. Ma non so quanto può durare. Elizalde? Credo molto in lui. Deve ancora capire qualcosa ma ha grandi qualità. Spero darà soddisfazioni a me e Pescara. Come Romagnoli? Possibile.

Sullo scontro in A tra due delle sue ex squadre, Roma e Napoli: "Due ottime squadre.  Sarà una partita equilibrata ma oggi forse è favorito il Napoli. Insigne e Florenzi? Insigne l’ho avuto per molto tempo e mi ha dato grandi soddisfazioni. Florenzi l’ho portato a Roma e anche lui si è fatto strada".

 

Commenti

A tutto Ganz!
Di Matteo: "Il Giro d'Italia tornerà in Abruzzo nel 2018" - I dettagli