Prima squadra

Aspettando Busellato, è caccia alle punte

Brunori piace, ma serve anche un attaccante di spessore

02.07.2019 09:07

Galano, Cisco e Zappa hanno aperto la sessione estiva di mercato in casa Pescara. Ma ovviamente siamo solo agli inizi, perchè la rosa che verrà consegnata a mister Zauri sarà ben diversa da quella che aveva in dote coach Pillon. Almeno dalla cintola in su.

Il prossimo arrivo, che sarà ufficiale a stretto giro, è quello di Massimiliano Busellato, che siglerà un triennale. Centrocampista 26enne che Repetto apprezza da epoca Cittadella, arriverà senza esborso economico da parte del club perchè il Foggia, la sua vecchia società, alla quale era legato ancora da un biennale, non si è iscritto al campionato di C. Libero di accasarsi altrove, il centrocampista ed il suo entourage (rappresentato dall'agente Giuffredi) hanno scelto l'opzione Pescara.

Ma i fari biancazzurri sono essenzialmente puntati sul reparto offensivo. Piace parecchio Brunori Sandri del Parma, reduce da una buonissima annata ad Arezzo, e gli ottimi rapporti tra le società depongono a favore della fumata bianca (le indiscrezioni che vorrebbero il giocatore in ritiro con il Parma per essere testato da D'Aversa sono veritiere, ma i ducali difficilmente punterebbero come complemento d'attacco su un giocatore che farebbe il triplo salto di categoria; più facile un prestito in B per la stagione che sta per iniziare). Oltre a Brunori Sandri, però, serve una punta di spessore a raccogliere l'eredità di Mancuso.

Il più "fattibile" è l'ex Melchiorri, che nonostante l'arrivo di Oddo non è saldissimo a Perugia. L'entourage del giocatore è in stretto contatto con Repetto, il "Cigno di Treia" tornerebbe volentieri a Pescara ed le diplomazie sono in atto. Gli umbri devono abbassare le proprie richieste economiche e lo faranno una volta corroborato il proprio reparto offensivo da un paio di attaccanti. Uno di questi potrebbe essere Iemmello, che piace tantissimo anche al Pescara nonostante un ingaggio fuori budget. Il suo nome resta in lista, ma non è caldissimo. Restano dunque in piedi le piste che portano a Tumminello dell’Atalanta e Scamacca del Sassuolo.

Aspettando il rtorno di Sottil e con gli addii di Del Sole (andrà alla Juve Stabia via Vecchia Signora) e Capone (verso Spezia via Atalanta), sono da valutare le posizioni di Marras, Di Grazia e Bunino, non certi di fare parete del Pescara che verrà. Piace come punta di rincalzo il ventiduenne colombiano Damir Ceter, 11 gol nell’Olbia ma di proprietà del Cagliari.

Commenti

Quando Pescara era una festa
Ufficializzata la Giunta Masci