Prima squadra

Calciomercato Pescara, il punto

Dopo il match con la Salernitana accelerata sugli obiettivi in entrata

23.08.2019 09:18

Ufficializzato il ritorno in prestito di Kastanos, che ha già sostenuto il primo allenamento agli ordini di Zauri, il Pescara tutto è concentrato sul debutto in campionato. Dopo la gara di Salerno, però, si cercherà di chiudere più di una trattativa in entrata.

L'obiettivo prioritario, come noto, è quello di un esterno alto mancino ed in tal senso, pur sperando sino all'ultimo di poter ottenere Sottil (la Fiorentina è ancora attiva sul mercato e, se dopo Ribery dovesse innestare un'altra ala, concederebbe il via libera), si proverà a chiudere il prima possibile per Matos, più vicino al momento rispetto a Di Gaudio. Con l'Udinese i contatti sono positivi e si può realmente trovare la quadra per il puntello da consegnare a Zauri, con il club friulano a partecipare alla corresponsione dell'ingaggio. Parti molto vicine, martedì potrebbe essere addirittura il giorno della fumata bianca. Per Pasquato, bloccato come opzione di rincalzo alle piste prioritarie, persistono le perplessità sulla collocazione tattica ma un suo arrivo potrebbe comunque celebrarsi qualora Marras venisse ceduto oppure rescindesse il vincolo annuale che ancora lo lega ai biancazzurri. Il Centro di oggi, inoltre, inserisce nella lista dei papabili biancazzurri anche Improta e Morosini, ma al momento non si hanno riscontri. 

Nei discorsi, molto ampi, col Milan, oltre a Gabbia, il preferito per la difesa (ma al momento i rossoneri nicchiano sulla cessione), si è parlato anche di Sala, Pobega, Brescianini e Capanni, e si sono chieste informazioni su Maldini junior, classe 2001, chiedendolo in prestito. Tuttavia il club meneghino per ora considera incedibile il giovane figlio d’arte che crescerà, secondo i programmi di questa stagione, in casa dividendosi fra Primavera e prima squadra. circa Gabbia, l'alternativa è sempre Drudi del Cittadella, bloccato e contrattualizzabile qualora i biancazzurri decidessero di affondare il colpo

In mediana i maggiori problemi: i profili al momento individuati per far compiere il salto di qualità della truppa sono irraggiungibili ma negli ultimi giorni di mercato la situazione può cambiare e aprire scenari interessanti e ora impensabili. Circa il terzino sinistro, come anticipato da questo giornale, contatti in corso tra Juve e Pescara per Masciangelo, che i bianconeri girerebbero più facilmente rispetto a Beruatto. L'agente dell'ex Lugano al momento è prudente sulla pista. Il paracadute è rappresentato dal perugino Falasco, che però i biancazzurri chiuderebbero solo a fine mercato mentre il club di appartenenza e lo stesso giocatore pensano altro, ovvero a definire il possibile trasferimento in tempi brevi. E attenzione all'ex Martella, potrebbe essere lui la sorpresona di fine sessione...

HA COLLABORATO MATTEO SBORGIA 

Commenti

Junior: "Il Delfino nel cuore. Il biancazzurro è la mia seconda pelle"
Zauri: "Possiamo fare bene ma creare false aspettative sarebbe sbagliatissimo"