Futsal

L'Acqua&Sapone mette la ciliegina sulla torta nerazzurra

E’ ufficiale: la Bestia Lukaian è tornata

26.07.2020 00:39

La cicliegina sulla torta nerazzurra è più gustosa che mai. 

L’Acqua&Sapone Unigross comunica di aver acquisito, per la stagione 2020/2021, le prestazioni sportive dell’atleta Lukaian Baptista, 37 anni, pivot brasiliano di San Paolo, nell’ultima stagione al Jimbee Cartagena fino a dicembre e poi al Real Rieti.

Si tratta di un graditissimo “ritorno a casa” per la Bestia Lukaian, che con la maglia nerazzurra (l’anno prossimo vestirà la numero 99) ha giocato dal dicembre del 2016 a giugno del 2019, vincendo cinque titoli e segnando valanghe di gol tanto belli quanto decisivi. Il pivot di San Paolo, quindi, ha detto per la seconda volta sì alla famiglia Barbarossa, che lo ha voluto con forza ancora nel progetto affidato a mister Scarpitti. Ieri sera nella sede del club nerazzurro l’incontro decisivo e le firme: Lukaian è di nuovo un giocatore dell’Acqua&Sapone Unigross.

“Sono davvero molto contento, per me questa è stata sempre la prima scelta – le prime parole di Lukaian – . Potevo tornare già a dicembre. Avevo parlato con il presidente Barbarossa, ma insieme abbiamo capito che non era il momento giusto per tornare. Appena il Rieti mi ha comunicato la volontà di chiudere, qualche giorno fa, ho parlato con il presidente Pietropaoli, che è stato corretto con me e mi ha autorizzato a trovare una nuova sistemazione. Subito è nata l’opportunità di tornare all’Acqua&Sapone Unigross. Barbarossa voleva che tornassi, non è stato un problema trovare un accordo. Adesso sono qui, con la mia famiglia, nella mia seconda casa. Sono, però, dispiaciuto per il Real Rieti: con me la società, la squadra e la città si è comportata benissimo con me e la mia famiglia. Li ringrazierò sempre, sono stati una società seria che ha fatto stare bene i propri giocatori, e sappiamo quanto questo sia importante per il bene del futsal”.

Poche ore fa la prima chiacchierata al telefono con mister Scarpitti e tanti messaggi sul cellulare: “Ho parlato con l’allenatore: la settimana prossima ci vedremo di persona per conoscerci. I vecchi compagni mi hanno chiamato tutti: Murilo, Coco, Calderolli… Siamo contenti di giocare di nuovo insieme. Con me in squadra si vince sempre? Ci proveremo anche nella prossima stagione”, è la battuta ad effetto della Bestia.

Enio Barbarossa: “Il roster era completo dopo l’acquisto di Rafinha, ma abbiamo voluto fare uno sforzo in più per Lukaian: non è solo un grande campione di caratura mondiale, ma un pezzo della nostra famiglia, un ragazzo che meritava questo riconoscimento”, le parole del presidente nerazzurro, che ha poi mandato un saluto al collega Pietropaoli: “Sarà un grande dispiacere non poterci ritrovare sul campo nella prossima stagione. Lo ringraziamo per la stima e per l’amicizia: è stato per tanti anni un protagonista del nostro sport, abbiamo sempre tifato per la sua squadra e lui ha tifato per noi. Speriamo di rivederci e ritrovarci presto nei palazzetti”.

Commenti

Volley Pineto in Serie A3
Spadafora: "Ecco quando gli stadi saranno aperti ai tifosi"