Altri sport

VIDEO - Giro: la speranza rosa d'Abruzzo si chiama Giulio Ciccone

“L’obiettivo è tornare a vincere”

06.05.2022 15:12

Giulio Ciccone nei gradi di capitano al Giro d’Italia 2022. Il corridore della Trek – Segafredo non avrà più Vincenzo Nibali al proprio fianco quest’anno, il siciliano è tornato all’Astana Qazaqstan, e le responsabilità ricadranno, dunque, quasi interamente sul classe 1994. Lo scalatore abruzzese sarà affiancato da Bauke Mollema, altro corridore di grande esperienza, l’obiettivo è quello di dimenticare il 2021, anno in cui fu costretto ad abbandonare sia la Corsa Rosa che la Vuelta a España a causa delle cadute. Il percorso di quest’anno sembra calzare a pennello sulle caratteristiche dell’italiano che sul terribile arrivo del Blockhaus correrà sulle strade di casa. “Quest’anno il mio ruolo forse un po’ cambia perché avrò più responsabilità. Vincenzo Nibali era il leader, e adesso che non c’è più tocca a me prendermi queste responsabilità, ma non ci sono problemi, sono pronto – commenta intervistato da Eurosport – Non è stato facile accettare quello che è successo lo scorso anno, sia al Giro sia al Tour a causa delle cadute, ma quest’anno è un altra storia. L’obiettivo è di tornare competitivo e di tornare a vincere perché ci manca da un po’. Per un italiano il Giro è importantissimo, è una gara a cui io tengo parecchio. Qui riesco a tirare fuori il meglio di me, magari anche qualche energia extra. Il percorso mi piace molto perché è duro, nervoso e ci sono pochi chilometri a cronometro. L’arrivo sul Blockhaus è veramente bello, si corre sulle strade di casa, è una salita dura e bella, una delle tappe più dure, sarà una giornata spettacolare sicuramente”.

Ecco il video di presentazione, molto interessate, della squadra di Ciccone dedicato proprio al campione abruzzese e girato nelle nostre zone

Commenti

I nuovi talenti del tennis mondiale in arrivo per l'Atp Challenger in Abruzzo
Comunicato ufficiale Pescara Rangers 1976