Futsal

Il nuovo Pescara parte da Palusci e Mammarella. Non da Murilo

Settimana chiave, annunci in arrivo

Redazione Ps24
14.06.2021 08:34

Il post Acqua&Sapone sta per essere svelato. La settimana che entra oggi sarà quasi certamente quella giusta per ufficializzare le scelte e per procedere all'iscrizione al campionato. L'addio della famiglia Barbarossa e del marchio Acqua&Sapone al mondo del futsal non sarà indolore, perchè la squadra che sarà erede di quella nerazzurra avrà ambizioni minori, ma è comunque garantita la sopravvivenza ai massimi livelli di una squadra abruzzese in una disciplina che nel volgere di un lustro ha perso ai vertici il Montesilvano di Iervolino e il Pescara di Iannascoli. 

Sarà Luciano Mazzocchetti il supervisore del nuovo team, che avrà i colori biancazzurri, giocherà al PalaRigopiano ed avrà un riferimento al Delfino come simbolo del nuovo sodalizio. Il nome potrebbe essere Pescara Futsal, ma al momento non si esclude un'altra soluzione che includa proprio il mammifero marino nella dizione. Su questo aspetto si cela ancora il massimo riserbo ed anche ieri i protagonisti hanno preferito la via del silenzio. 

Della compagine faranno parte anche Tony Colatriano e Gabriele D'Egidio, due figure fondamentali dell'era nerazzurra targata Barbarossa e che saranno pilastri anche nel nuovo sodalizio. L'ingresso di Mazzocchetti non comporterà una totale fusione o unione con la Colormax, che dopo la retrocessione ripartirà dalla A2 con un progetto basato sui giovani più promettenti che erano in dote ai due sodalizi. Sembra infatti decaduta totalmente l'ipotesi di una squadra unica iscritta nel massimo campionato. 

Del vecchio gruppo squadra biancazzurro i migliori elementi raggiungeranno Saverio Palusci nel team che affronterà la massima serie A: da ciò che filtra, infatti, la prima scelta fatta dalla nuova compagine è quella inerente la conduzione tecnica che verrà affidata proprio a Palusci. 

Stefano Mammarella resterà nel nuovo team ed è già una prima certezza, ma dopo 14 anni in riva all'Adriatcio dirà addio Murilo Ferreira. Il giocatore ha ufficializzato la partenza e probabilmente sbarcherà in Liga per indossare la camiseta del Betis Siviglia. A sorpresa invece resterà Gui: il pivot della Nazionale sarà il perno sul quale costruire la nuova squadra ed avrà bisogno di un nuovo partner. Lukaian e Calderolli, infatti, saluteranno (il primo va verso Genzano, il secondo è nelle mire del Pesaro del vecchio maestro Colini, dell'Olimpus e del Sandro Abate Avellino) e servirà un goleador di sicuro affidamento. Fusari, Misael, Coco Wellington e Dudù saranno le altre presumibili conferme, qualche dubbio in più c'è su Rafinha.

Commenti

In arrivo la risoluzione tra Auteri e il Bari
Naiadi: le associazioni sportive protestano